Spagna, scioperano i minatori

Il 23 maggio è stata la prima giornata di sciopero delle quattro convocate dai sindacati UGT e CCOO, nel settore minerario spagnolo.
I minatori hanno incrociato le braccia per protestare contro i duri tagli del governo Rajoy, il quale ha decurtato fortemente le sovvenzioni a questo settore, già profondamente in crisi da anni.

I minatori hanno effettuato barricate e blocchi stradali, i più grandi lungo l’autostrada per Leon, zona con alta concentrazione di miniere di carbone.
Un gruppo di minatori ha deciso di adottare una forma di protesta estrema, rimanendo in fondo a una miniera di carbone presso Santa Cruz del Sil, nei pressi di Leon. “Non usciamo di qui finché il ministro non torna indietro”, hanno affermato dopo la prima notte passata in fondo alla miniera, a 3km dall’entrata. Da parte sua però, il ministro dell’industria Soria non mostra segni di ripensamenti.

Altre giornate di sciopero si terranno il 24, il 30 e il 31 maggio. Il 31 la protesta si sposterà a Madrid.

Spagna, scioperano i minatori (telegiornale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *