Alcorcòn, scontri fra manifestanti e polizia al termine di una protesta

Alcorcon_Manifestacion2 febbraio 2014. Una manifestazione con migliaia di persone si è svolta ieri nella città di Alcorcòn, località situata a poche decine di chilometri da Madrid. La concentrazione era stata convocata dai lavoratori addetti alla raccolta rifiuti, in sciopero da giorni contro i licenziamenti in atto.

Al termine della protesta ci sono stati scontri con la polizia, la quale ha caricato dopo un lancio di uova da parte dei manifestanti, ed alla fine il bilancio è di diversi feriti e 15 detenuti. Secondo i manifestanti la polizia ha fatto abuso della forza entrando nei bar e prelevando le persone a forza. Alcuni manifestanti hanno bruciato cumuli di rifiuti nelle strade e per ore è andata avanti una vera battaglia campale, che ha fatto ricordare a molti le scene di un mese fa, con la rivolta di Burgos. Sono state prese di mira anche alcune banche. La protesta era stata convocata contro la privatizzazione dell’azienda che si occupa della raccolta rifiuti, in particolar modo del settore relativo alla raccolta vetro. L’esternalizzazione dell’impresa ha portato già al licenziamento di decine di lavoratori e alla riduzione dello stipendio. Proprio per questo ad Alcorcon è in corso da giorni uno sciopero degli addetti alla raccolta rifiuti, e nelle strade della città si sono formati cumuli di sacchetti non raccolti. I manifestanti chiedono che la raccolta dei rifiuti resti in mano pubblica e che il sindaco di Alcorcon, del PP, si dimetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *