Ladro viene ucciso durante un furto in casa: la destra italiana cavalca il dramma

ladro_ucciso
un corteo organizzato da alcune formazioni di destra ha sfilato sotto la casa del pensionato, con tanto di inno italiano. Il pensionato, accusato di omicidio, si è affacciato al balcone per salutare i manifestanti.

La notte del 20 ottobre 2015, in una località vicino Milano, un giovane albanese di 22 anni è stato ucciso mentre con dei complici si introduceva in una villetta per compiere un furto. Il padrone di casa, un pensionato di 65 anni, appena scoperta l’intrusione ha fatto fuoco con la sua pistola, uccidendo il giovane. I complici sono fuggiti. L’uccisione è avvenuta a Vaprio d’Adda, nel milanese. Il giovane ucciso, di 22 anni, si chiamava Gjergi Gjoni.

Adesso il pensionato che ha fatto fuoco è accusato di omicidio volontario, ma subito la politica ha invaso il campo in questo dramma, strumentalizzando la vicenda. In prima fila la destra xenofoba della Lega Nord, il cui leader Salvini ha dichiarato: “Ha fatto bene il pensionato a sparare e a difendersi, l’uomo che era entrato nella sua casa se l’è cercata”.

A difesa del pensionato si è schierato tutto il centro-destra italiano, che chiede nuove misure che regolino il diritto all’auto difesa. Pochi giorni dopo il delitto, un corteo organizzato da alcune formazioni di destra ha sfilato sotto la casa del pensionato, con tanto di inno italiano. Il pensionato, accusato di omicidio, si è affacciato al balcone per salutare i manifestanti.

Intanto in un’intervista pubblicata dal quotidiano La Repubblica, i genitori del giovane albanese chiedono giustizia. Dalla loro casa situata nel distretto di Kurbin, una zona molto povera dove si vive di agricoltura, chiedono innazitutto di poter riabbracciare il loro figlio, ed in secondo luogo di avere giustizia. “non abbiamo nessun sentimento di vendetta – affermano i genitori del ragazzo – ma se ha sbagliato deve pagare”. E aggiungono: “era giusto arrestarlo, non ammazzarlo“.

 

The following two tabs change content below.
El Itagnol è un sito di notizie di attualità, cultura e tanto altro dalla Spagna e dall'Italia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.