L’attrice spagnola Inma Cuesta denuncia il ritocco della sua fotografia

Sta avendo grande ripercussione sui social network e di conseguenza sui mass media la notizia della attrice spagnola Inma Cuesta che si ribella al ritocco della sua fotografia per una rivista catalana. Anche alcuni media italiani hanno rilanciato la notizia.

La rivista, supplemento domenicale de El Periodico de Catalunya, aveva pubblicato ieri in copertina una foto dell’attrice valenciana accanto all’attore Eduardo Noriega. Il problema è che la foto era stata ritoccata con photoshop, non solo nei colori ma anche nell’aspetto fisico della donna. Ed ecco come ha reagito l’attrice. Ha pubblicato su Instagram la foto ritoccata accanto ad una non ritoccata (da lei scattata con il telefonino attraverso lo schermo del computer, prima del ritocco), con il seguente commento:

Guardarti e non riconoscerti, scoprire che la tua immagine è in mano a persone che hanno un senso della bellezza del tutto irreale. Immagino che fosse necessario risaltare il tono blu cobalto del vestito, toglierne alcune pieghe e aumentare la luminosità per far brillare di più la mia pelle, ma non capisco la necessità di ritoccare il mio corpo fino quasi a lasciare la metà di ciò che sono, lisciare la mia pelle ed allungare il collo fin quasi a trasformarmi in una bambola senza espressione.

Verte y no reconocerte, descubrir que tu imagen está en manos de personas que tienen un sentido de la belleza absolutamente irreal. Imagino que era necesario resaltar el azul cobalto del vestido, quitar algunos pliegues del mismo y subir los niveles de luz para hacer brillar más mi piel, pero no entiendo la necesidad de retocar mi cuerpo hasta dejarme casi en la mitad de lo que soy, alisar mi piel y alargar mi cuello hasta convertirme casi en una muñeca sin expresión. No es la primera vez que pasa, pero esto sobrepasa los límites de la realidad y me avergüenza. La foto de la derecha fue sacada con mi móvil directamente del ordenador en la sesión de fotos, yo al completo, sin trampa ni cartón, Inma entera, la de al lado es una invención, es eso que se supone que debería ser… los “cánones” de belleza que “deberíamos” seguir, no me acompleja, no lo entiendo como una señal de lo que lo debería ser, sencillamente me indigna como mujer y me hace reflexionar muy seriamente hacía dónde vamos y reivindicar con fuerza la necesidad de decidir y defender lo que somos, lo que queremos ser independientemente de modas, estereotipos o cánones de belleza.

Una foto pubblicata da Inma Cuesta (@inmakum) in data:


Così continua la sua denuncia: Non è la prima volta che questo succede, ma questa supera i limiti della realtà e mi fa vergognare. La foto a destra è stata scattata con il mio smartphone direttamente dal computer nella sessione di foto, io senza trucchi, Inma intera, mentre quella al lato è un’invenzione. Quello che si suppone dovrebbero essere “i canoni” di bellezza, che “dovremmo” seguire, non mi dà complessi, semplicemente mi indigna come donna e mi fa riflettere molto seriamente sulla direzione in cui stiamo andando e mi fa rivendicare con forza la necessità di decidere e difendere quello che siamo, quello che vogliamo essere indipendentemente da mode, stereotipi o canoni di bellezza. 

Dal suo canto il fotografo autore del ritocco si è detto molto addolorato dicendo di aver semplicemente seguito le indicazioni dell’agenzia di comunicazione che gestiva la pubblicazione. La denuncia dell’attrice ha avuto tantissimo successo sui social netowrk: soltanto su Instagram ha ricevuto 66 mila like.

The following two tabs change content below.
El Itagnol è un sito di notizie di attualità, cultura e tanto altro dalla Spagna e dall'Italia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.