I giovani indignados francesi trovano spazio sulla stampa spagnola

indignados francia
L’articolo del giornale spagnolo eldiario.es parla dell’accampamento in Piazza della Repubblica a Parigi, in stile “acampada” di Puerta del Sol del maggio 2011

Da vari giorni in Francia centinaia di migliaia di giovani  stanno protestando nelle piazze contro la proposta di riforma del lavoro promossa dal governo Hollande. Una sorta di Jobs Act alla francese.

Le manifestazioni, molto partecipate, sono rimbalzate sui media di tutta Europa il 31 marzo scorso, sia in Italia che Francia, anche per via degli scontri di piazza che ci sono stati in varie città e per il blocco quasi totale del paese a causa degli scioperi e delle occupazioni di scuole ed università.

Il 2 aprile però, la notizia delle proteste in Francia non si trova più sulla maggior parte dei media italiani, mentre continua ad essere presente su quelli spagnoli. Il motivo? Da due notti centinaia di persone si stanno riunendo nella piazza della Repubblica di Parigi con l’intenzione di rimanere lì durante la notte: sono i giovani che hanno partecipato alle grandi mobilitazioni dei giorni scorsi. Tutto ricorda le “acampadas” degli “indignados” spagnoli (la prima ci fu il 15 maggio del 2011), ed è proprio quanto i media spagnoli stanno scrivendo.

Centinaia di indignados si accampano a Parigi per la seconda notte consecutiva”, è il titolo dell’articolo del El Paìs. La polizia sgombera centinaia di indignados a Parigi“, è quanto scrive Publico,  mentre eldiario.es va oltre e pubblica un articolo dal titolo: “Parigi si ispira al 15M -il nome del movimento degli indignados (n.d.r.) – per accendere la miccia dell’indignazione“.

Su Publico c’è anche un articolo del francese François Ralle Andreoli, che espone il suo punto di vista sulle proteste e sul vincolo con quelle del 2006 e degli anni precedenti.

Gli accampamenti in Place de la République, a Parigi, sono stati fino ad ora dispersi dalla polizia.

The following two tabs change content below.
El Itagnol è un sito di notizie di attualità, cultura e tanto altro dalla Spagna e dall'Italia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.