La Catalogna annuncia un nuovo referendum per l’indipendenza dalla Spagna: sarà il 1ºottobre




Il Presidente del governo della Catalogna, Carles Puigdemont, ha annunciato oggi la data del nuovo referendum per l’indipendenza della regione. Si terrà il prossimo 1º di ottobre, e il quesito sarà: “Vuole che la Catalogna sia uno stato indipendente con forma di Repubblica”?

Si tratta di un nuovo forte strappo da parte del governo catalano, a maggioranza indipendentista, verso il governo centrale.

Scontro fra treni “Spagna-Catalogna”: il governo Rajoy impedirà il referendum ad ogni costo

Si avvicina così il tanto temuto “choque de trenes” (scontro fra treni), cosi lo chiama la stampa spagnola, fra Spagna e la regione catalana. Uno scontro che va avanti da anni, ma che si è progressivamente inasprito negli ultimi tre.

La proclamazione (simbolica) di indipendenza della Catalogna nel novembre 2015

Da una parte la Catalogna ha continuato a manifestare, attraverso il suo governo, la volontà di una consulta popolare. Dall’altra il governo centrale di mariano Rajoy, da Madrid, ha sempre detto no a qualsiasi opzione che prevedesse un referendum. Insomma, muro contro muro.

Ora però, a tre anni dal referendum del 2014 che venne dichiarato illegittimo dalla magistratura, Puigdemont minaccia di andare avanti in ogni caso.

Da Madrid molto probabilmente il referendum verrà dichiarato illegale già nei prossimi giorni, e non avrà quindi valore. Il problema però è che il governo catalano ha manifestato la volontà di procedere nonostante il “no” di Madrid. Una strada inedita e insidiosa.

Insomma, un gravissimo scontro istituzionale del tutto inedito in Spagna, e che lascia molte domande. Cosa farà infatti Madrid nel caso in cui la Catalogna procedesse con i suoi piani di “disconnessione” nonostante i divieti? Lo scontro Spagna-Catalogna si avvicina a una fase davvero delicata e calda.

The following two tabs change content below.

Lorenzo Pasqualini

Madrid
Giornalista freelance, geologo, scrive soprattutto di Ambiente, Scienze e Spagna. Fondatore e redattore de El Itagnól, collabora con diverse testate italiane. Vive in Spagna da anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *