Minacciarono la sindaca Carmena su Whatsapp: sospesi tre agenti della Polizia Municipale

MADRID. La Polizia Municipale ha aperto una inchiesta sui tre agenti denunciati per aver minacciato la sindaca di Madrid, Manuela Carmena, su un gruppo Whatsapp. Ai tre agenti è stata ritirata la pistola ed il riconoscimento, e sono perciò sospesi al momento.

Fino a che l’investigazione non verrà completata è proibito loro l’accesso a qualsiasi base dati della Polizia Municipale senza un’autorizzazione.

La vicenda dei messaggi Whatsapp contro la sindaca di Madrid è scoppiata alcuni giorni fa dopo la denuncia di un agente della Polizia Municipale che si trovava nel gruppo di chat. L’agente ha ricevuto pesanti minacce da parte di alcuni colleghi per aver denunciato i messaggi gravemente offensivi e minacciosi, che auguravano esplicitamente la morte della sindaca.

Messaggi minacciosi

Un agente affermava che era una disgrazia il fatto che la Carmena non si trovasse nell’ufficio degli avvocati di Atocha nel gennaio del 1977, quando ci fu l’attentato neofascista in cui cinque giuslavoristi dei sindacati vicini al Partito Comunista vennero assassinati (la Carmena lavorava in quell’ufficio ma era fuori in quel momento). Un altro si augurava la sua morte, con pesanti insulti alla donna.

Lo scandalo dei messaggi è stato svelato da El Paìs, ed ha avuto piuttosto seguito sui giornali spagnoli.

The following two tabs change content below.
El Itagnol è un sito di notizie di attualità, cultura e tanto altro dalla Spagna e dall'Italia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.