Cresce l’islamofobia in Spagna: i dati del 2017

(ANSAmed). Cresce l’islamofobia in Spagna. Questo è quello che riporta il rapporto annuale sull’islamofobia effettuato dalla Plataforma Ciudadana contra la Islamofobia, in Spagna.

Nel 2017 sono stati registrati 546 incidenti di odio o intolleranza, dei quali i due terzi, circa 386, in Internet. Sarebbero in aumento, secondo il rapporto, i messaggi di ostilità nei confronti della comunità musulmana da parte di leader politici, gli attacchi a moschee, le campagne mediatiche contro l’apertura di nuovi centri di culto, ma anche le aggressioni e discriminazioni di donne musulmane e il proliferare di messaggi di odio e fake news con messaggi xenofobi nelle reti sociali.

La maggior parte degli episodi su Internet

La Catalogna è la regione che ha registrato il maggior numero di incidenti di carattere islamofobico, soprattutto dopo le stragi di matrice jihadista di Barcellona e Cambrils, seguita dall’Andalusia e dalla Comunità Valenciana.

La Plataforma Ciudadana è un’associazione nazionale indipendente costituita nel 2011 dal Centro Culturale Islamico di Valenzia, dal Movimento conto l’intolleranza e dalla Giunta Islamica, membro del Consiglio delle vittime di reati di odio e discriminazione, organismo pioniere e punto di riferimento in Europa.

The following two tabs change content below.
El Itagnol è un sito con notizie di attualità, cultura e tanto altro dalla Spagna e dall'Italia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.