Roma, tagliati centinaia di alberi: il Comune promette di ripiantarli

alberi romaROMA. Negli ultimi mesi a Roma sono stati tagliati centinaia di alberi ad alto fusto, che rischiavano di crollare. Già la forte nevicata di fine febbraio ne aveva fatti cadere alcuni, con tanto di auto schiacciate. Il Comune ha provveduto ad un censimento delle piante più a rischio, selezionandone centinaia su un totale di 82.000 esemplari. Si tratta di alberi vecchi o malati.

Secondo il Servizio Giardini sono stati tagliati negli ultimi mesi (da luglio 2017 a marzo 2018) almeno 450 alberi ad alto fusto. Molti di questi erano esemplari di pino domestico, Pinus pinea, diventati nel corso dei decenni degli alberi alti fino a 20-30 metri. Bellissimi e caratteristici delle strade della città, ma purtroppo diventati pericolosi in un ambiente cittadino.

Si parla anche di tigli, platani, eccetera. Alberi che, dopo quasi un secolo di vita, diventano dei veri colossi.

I crolli di rami ed alberi negli ultimi mesi erano stato numerosi. La nevicata di fine febbraio aveva dato un nuovo colpo ad alcuni esemplari.

Tagliati a Roma 450 alberi ad alto fusto: ora, nuove piantumazioni

Così è cambiata Viale Tirreno (Montesacro) dopo il taglio dei pini domestici

L’abbattimento di centinaia di alberi ha purtroppo stravolto l’aspetto di molte strade romane. A Montesacro ad esempio, dove il taglio di decine di pini altissimi, vecchi di decenni, ha cambiato l’aspetto a strade storiche come Viale Tirreno o via Val Melaina. 

A Viale Tirreno due ragazze si sono esibite in un concerto di violoncello contro i tagli degli alberi, una misura però resa necessaria dai recenti crolli, uno dei quali era avvenuto nella via del quartiere a fine febbraio.

I tagli sono avvenuti in tutta Roma. Dalla Nomentana alla zona Trionfale, da San Giovanni all’Appia, il taglio di alberi molto antichi ha ovviamente sollevate anche perplessità, e soprattutto tristezza. Facevano parte dell’aspetto delle vie, che ora si ritrovano “spoglie”.

Per ovviare a questa mancanza il Comune di Roma ha promesso che verranno realizzate fra 500 e 700 nuove piantumazioni.  I soldi per farlo, 250.000 euro, sono già stati stanziati secondo quanto riporta il Comune nel suo comunicato. “Gli alberi andranno a compensare i circa 450 alberi di alto fusto eliminati fino ad oggi perché malati, danneggiati o a fine vita”, riporta la nota.

Potrebbe interessarti. Anche a Madrid strage di alberi per il forte vento

Fra 500 e 700 nuove piantumazioni nei prossimi mesi

pini roma
Pini domestici decennali a Viale Tirreno (Roma)

I nuovi alberi saranno più bassi, dai tre metri in su di altezza, ed avranno una impalcatura di sostegno.

Il problema degli alberi nelle città, lo si è visto anche recentemente a Madrid in seguito all’ondata di maltempo che ha colpito la città, con decine di esemplari abbattuti, è che vanno costantemente monitorati per evitare che creino situazioni di pericolo.

Allo stesso tempo, per fortuna, c’è grande attenzione negli ultimi tempi alla piantumazione di quanti più esemplari possibili nelle città, per compensare le emissioni di anidride carbonica e per rendere gli spazi urbani più vivibili.

Gli esemplari rimossi, vengono via via rimpiazzati con nuovi esemplari. E nei parchi cittadini le piantumazioni di centinaia o migliaia di nuovi alberi fanno ben sperare per il futuro.

Verde a Roma, abbattuti 450 alberi malati ma i nuovi saranno alti solo tre metri

Bollettino alberi: su 82mila ad alto fusto ne sono stati monitorati finora 36mila, mentre a cadere sotto i colpi delle motoseghe sono stati 450 esemplari in tutta Roma. Erano malati, danneggiati o arrivati a fine vita. I dati hanno l’imprimatur del Campidoglio e vengono direttamente dal Servizio Giardini.

The following two tabs change content below.

Lorenzo Pasqualini

Madrid
Giornalista freelance, geologo, scrive soprattutto di Ambiente, Scienze e Spagna. Fondatore e redattore de El Itagnól, collabora con diverse testate italiane. Vive in Spagna da anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*