Spagna, storico accordo socialisti-Podemos sulla Finanziaria 2019: svolta a sinistra

Un manifesto elettorale del PSOE (Partido Socialista) e del suo candidato alla Moncloa Pedro Sanchez (foto Lorenzo Pasqualini – Plaza de España, Madrid – dicembre 2015)

MADRID. Giornata storica in Spagna: il Partito Socialista (PSOE) ha concluso un accordo con Podemos per l’approvazione della Finanziaria 2019. Una Finanziaria dal forte contenuto sociale che il giornale El Español definisce “la Finanziaria più a sinistra della storia democratica“.

Alcune misure chiave della manovra: aumento del salario minimo dai 736 euro attuali a 900 euro nel 2019, tassa dell’1% sui patrimoni oltre i 10 milioni di euro, aumento dell’IRPEF per i redditi sopra i 130.000 euro, regolamentazione del settore degli affitti, aumento degli investimenti nella ricerca scientifica (un aumento del 6% rispetto al 2017), aumento del numero di giorni di sospensione dal lavoro per paternità, aumento delle pensioni minime, riforma delle leggi che hanno cambiato il mondo del lavoro a partire dal 2012, approvate dal PP. E poi tutta una serie di misure che vanno a beneficiare lo stato sociale e che porteranno ad un considerevole aumento della spesa.

Ora serve l’appoggio dei partiti nazionalisti

Insomma, una Finanziaria con spiccato contenuto sociale, espansiva, che imprime un cambiamento di 180° rispetto alle politiche del Partido Popular portate avanti negli ultimi 7 anni, ma anche rispetto alle politiche dell’ultimo governo Zapatero, fra il 2008 ed il 2011.

Tutti gli articoli sul governo socialista di Pedro Sanchez

L’accordo fra Pedro Sanchez e Pablo Iglesias è stato siglato questa mattina dopo settimane di incontri. Ora servirà l’appoggio dei partiti nazionalisti catalani e baschi perché questa manovra passi in Parlamento, dove troverà l’opposizione del PP e di Ciudadanos. Il governo Sanchez è un governo di minoranza, e i voti di Unidos Podemos (Podemos + Izquierda Unida), non bastano per la maggioranza.

The following two tabs change content below.

Lorenzo Pasqualini

Madrid
Giornalista freelance, geologo, scrive soprattutto di Ambiente, Scienze e Spagna. Fondatore e redattore de El Itagnól, collabora con diverse testate italiane. Vive in Spagna da anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.