Elezioni in Spagna, e adesso che succede?

La sede del partito socialista (PSOE) a Madrid – foto L.Pasqualini

MADRID. La data del 28 aprile, giorno delle elezioni generali in Spagna, è passata. Abbiamo raccontato qui la vittoria dei socialisti, una vittoria che rappresenta un successo per il PSOE di Pedro Sanchez ma che non gli permette di governare in autonomia.

Abbiamo parlato anche dell’ingresso in Parlamento di 22 deputati dell’estrema destra post-franchista, con il partito Vox. Un ingresso che da una parte preoccupa, dall’altra ha frammentato il voto a destra penalizzando questo blocco politico nella ripartizione dei deputati. Il sistema elettorale ha punito la frammentazione della destra, che in termini di voti reali ha ottenuti consensi molto simili a quelli della sinistra, ed ha allontanato definitivamente la possibilità di un governo delle destre.

I dati con i risultati delle elezioni del 28 aprile 2019

Ma ora, che succede?

Il panorama del post-28 aprile è complesso. Il Partito Socialista deve scegliere se formare un governo di minoranza, con l’appoggio della sinistra di Unidas Podemos e dei partiti secessionisti catalani, oppure allearsi con Ciudadanos, un partito che ha perduto da tempo la vocazione centrista, spostandosi nettamente a destra. Quest’ultima una opzione che viene vista come fumo negli occhi da molti elettori socialisti.

Lo speciale sulle elezioni del 28 aprile 2019 in Spagna

Fino a fine maggio però, probabilmente non succederà nulla. La Spagna tornerà a votare il 26 maggio per le elezioni Europee, per quelle Amministrative e per le Comunità Autonome. Una giornata elettorale molto importante, una sorta di secondo tempo delle politiche. Ecco perché sarà davvero difficile vedere novità importanti in questo mese che ci separa dalle nuove elezioni. Il PSOE già lo ha detto: fino al 26 maggio nessuna novità. Ci sarà da aspettare.



The following two tabs change content below.

Lorenzo Pasqualini

Madrid a El Itagnol
Giornalista, ho collaborato negli anni con giornali e periodici italiani e spagnoli. Sono caporedattore de ilmeteo.net, portale italiano del gruppo Meteored. Fondatore e caporedattore de El Itagnol. Vivo in Spagna da anni, sempre a cavallo fra Roma e Madrid. Laurea magistrale in Geologia Applicata all'Ingegneria.