Spagna, enorme incendio in Catalogna: “potrebbe essere uno dei peggiori degli ultimi 20 anni”

incendio tarragona
La foto dell’incendio nella provincia di Tarragona nel pomeriggio del 26 giugno 2019 (fonte: Bombers – Pompieri della Catalogna)

MADRID. Un enorme incendio sta devastando una vasta area della Catalogna, nella provincia di Tarragona. L’incendio si è sviluppato mercoledì pomeriggio presso il comune di Torre de l’Espanyol (Tarragona), e nella notte ha già interessato quattromila ettari di territorio.

L’area dell’incendio si trova nella Catalogna interna, a poca distanza dal fiume Ebro. I comuni colpiti sono quelli di Torre de l’Espanyol, Vinebre, la Palma d’Ebre, Flix e Maials. Secondo le autorità, l’incendio sarebbe partito da un deposito di letame gestito senza le giuste procedure. Le squadre di pompieri e brigate anti incendio sono al lavoro da ieri per cercare di contenere l’enorme rogo. Proprio in queste ore la provincia di Tarragona, come altre zone della Spagna interna, sperimentano un episodio di alte temperature con massime anche superiori ai 40°C.

I pompieri: potrebbe essere uno degli incendi peggiori da 20 anni

Se nelle prossime ore le squadre non riusciranno a contenerlo, quello sviluppatosi ieri potrebbe diventare un mostro incontrollabile che arriverà a devastare 20.000 ettari: è la previsione molto preoccupante dei Bomberos locali, che aggiungono: “potrebbe essere l’incendio peggiore in Spagna degli ultimi 20 anni”.

In piena ondata di caldo

L’incendio si è sviluppato proprio mentre in Spagna iniziava la grande ondata di caldo prevista da giorni, e che potrebbe diventare una delle peggiori degli ultimi anni, con massime oltre i 40°C in diverse zone del paese.



The following two tabs change content below.

Lorenzo Pasqualini

Madrid a El Itagnol
Giornalista, ho collaborato negli anni con giornali e periodici italiani e spagnoli. Sono caporedattore de ilmeteo.net, portale italiano del gruppo Meteored. Fondatore e caporedattore de El Itagnol. Vivo in Spagna da anni, sempre a cavallo fra Roma e Madrid. Laurea magistrale in Geologia Applicata all'Ingegneria.