Spagna, sale a tredici il bilancio provvisorio delle vittime del maltempo: “un evento estremo ed eccezionale”

temporale spagna

MADRID. Il bilancio delle vittime dell’ondata di maltempo eccezionale che ha colpito la Spagna continua a crescere. Secondo l’aggiornamento del 24 gennaio, sono tredici al momento, ma ci sono ancora diversi dispersi. La tempesta Gloria ha lasciato il paese, ma è ancora allerta in Catalogna per le piogge e la piena dei fiumi. Intanto si contano i danni della mareggiata straordinaria che ha colpito la costa spagnola, dalla Costa Brava alla Costa Blanca, e alle Baleari. Devastato il Delta dell’Ebro, con tremila ettari di risaie invase dall’acqua del mare.

I video e gli effetti della mareggiata e delle nevicate eccezionali

“Un evento eccezionale, come non si vedeva da tempo”

La burrasca Gloria, così è stata battezzata in Spagna, è stata un “fenomeno meteorologico estremo – ha affermato oggi la presidente della Commissione di Climatologia del WMO, Manola Brunet – la cui magnitudo è delle più grandi della storia recente del paese, per la grande estensione di territorio interessato”.

Tutte le notizie sulla tempesta Gloria (gennaio 2020)

La presidente della commissione dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale ha aggiunto che ha avuto “una estrema virulenza” e che eventi del genere “si ripeteranno a causa del cambiamento climatico”.

Il presidente del governo Pedro Sànchez visiterà le zone colpite dal maltempo e diverse regioni e comuni, fra cui Barcellona, chiedono che venga dichiarato lo stato di calamità naturale e “zona catastrofica”.



The following two tabs change content below.

Lorenzo Pasqualini

Madrid a El Itagnol
Giornalista italiano in Spagna, ho collaborato negli anni con giornali e periodici italiani e spagnoli. Sono caporedattore de ilmeteo.net, portale italiano del gruppo Meteored. Fondatore, gestore e redattore della testata "El Itagnol - Ultime notizie dalla Spagna". Fra Roma e Madrid. Laurea magistrale in Geologia Applicata all'Ingegneria.