Spagna, muore per coronavirus l’ex poliziotto Billy El Niño: tristemente noto per le torture durante il franchismo

billy nino torturatore spagna franchista
L’articolo che annuncia la morte dell’ex poliziotto sul giornale eldiario.es di oggi, 7 maggio 2020.

MADRID. È morto per coronavirus a Madrid l’ex capo della polizia franchista Antonio González Pacheco, conosciuto come Billy El Niño, uno dei simboli rimasti in vita della repressione franchista. Pacheco, soprannominato Billy El Niño,dall’opposizione studentesca al regime per i suoi modi da pistolero di film western, era accusato di gravissime torture e crimini contro l’umanità: era conosciuto come “il torturatore”, ed arrivò ad essere il numero due della famigerata Brigada Político Social, la polizia segreta franchista.

Simbolo della repressione franchista contro l’opposizione democratica

Era diventato uno dei tristi simboli della repressione franchista contro l’opposizione democratica, negli ultimi anni di dittatura: numerose sono le testimonianze delle sue torture e dei terribili pestaggi durante gli interrogatori, con caratteristiche di sadismo. Fra queste, perforazione dei timpani e simulazioni di esecuzione.

L’ex poliziotto non ha mai pagato per i crimini commessi

Con la sua morte si chiude una pagina amara per la Spagna democratica di oggi e per tutte le vittime della lunga dittatura franchista finita nel ’75: l’ex poliziotto non è mai stato condannato per quei crimini. Dopo la fine della dittatura restò diversi anni nella Polizia Nazionale. Cosa ancora più grave, non gli sono mai state tolte le decorazioni conferitegli come poliziotto.

L’intervento della magistratura argentina

Le vittime di tortura si appoggiarono alla magistratura argentina per portare l’ex poliziotto franchista in tribunale, e una giudice di Buenos Aires, María Servini, arrivò ad emettere un’ordine internazionale di arresto contro il poliziotto per crimini contro l’umanità. In Spagna però non venne arrestato, nonostante la nota dell’Interpol.

Negli ultimi anni il nome di Pacheco era emerso anche nell’oscuro scandalo Villarejo, un caso di cui si è parlato molto in Spagna e che si muove intorno alla figura del commissario di polizia José Manuel Villarejo. Alla fine i reati di cui è accusato sono finiti in prescrizione. L’ex torturatore è morto quindi nel suo letto senza esser mai stato processato.

The following two tabs change content below.

Lorenzo Pasqualini

Madrid a El Itagnol
Giornalista italiano in Spagna, ho collaborato negli anni con giornali e periodici italiani e spagnoli. Sono caporedattore de ilmeteo.net, portale italiano del gruppo Meteored. Fondatore, gestore e redattore della testata "El Itagnol - Ultime notizie dalla Spagna". Fra Roma e Madrid. Laurea magistrale in Geologia Applicata all'Ingegneria.
loading...