Spagna, ogni sera alle 21 si svolgono caceroladas al balcone contro il governo Sánchez

spagna europa mappa

MADRID. Da fine aprile in Spagna c’è un nuovo appuntamento al balcone per una parte della popolazione: le “caceroladas” contro il governo Sánchez, convocate dal partito di estrema destra Vox. Se per lunghe settimane l’appuntamento principale durante il confinamento erano gli applausi delle 20 al personale sanitario ed allo sforzo dei lavoratori in prima linea nell’emergenza coronavirus, da fine aprile si è estesa questa forma di protesta contro il governo progressista formato da socialisti e Unidos Podemos. Una protesta convocata dalla destra.

Da allora la Spagna si è divisa: da una parte gli applausi si sono trasformati in una difesa della sanità pubblica, dall’altra la protesta di una destra che vuole le dimissioni del primo governo di coalizione spagnolo, di sinistra.

Le caceroladas non sono altro che manifestazioni rumorose in cui vengono battute pentole o altri oggetti metallici, per produrre il maggior baccano possibile. Le “caceroladas” contro il governo sono nate per esprimere una forte critica verso la gestione dell’emergenza da parte dell’esecutivo. Si chiedono le dimissioni di Sànchez e la “libertà” dopo settimane di quarantena.

A Madrid la protesta si sposta alla strada

Negli ultimi giorni le proteste sono cresciute a Madrid, dove la protesta si è spostata anche alla strada. Negli ultimi giorni ci sono state manifestazioni in alcune vie del quartiere madrileno Salamanca, uno dei più ricchi della capitale, dove è noto l’elevato appoggio dell’elettorato per i partiti della destra.

Al grido di “libertad” e con al collo bandiere spagnole, molte persone hanno protestato contro il governo attuale chiedendo le dimissioni e la fine della “fase zero” in cui si trova ancora Madrid. Le proteste sono cresciute venerdì scorso, quando il governo nazionale ha avvisato che Madrid, insieme a Barcellona, non sarebbe passata alla fase 1 come il resto del paese. Finora queste piccole manifestazioni si sono svolte in quartieri benestanti di Madrid, poi si sono diffuse anche ad altre aree della regione di Madrid e a Barcellona.

Nel fine settimana appena trascorso le proteste si sono trasferite anche in altri quartieri. Caceroladas sempre più forti e lunghe si sono sentite anche in quartieri meno benestanti, nelle aree popolari del sud.

Ora Vox vuole passare a un ulteriore livello di mobilitazione, ed ha convocato manifestazioni in macchina per il prossimo fine settimana in molte città spagnole.

The following two tabs change content below.

Lorenzo Pasqualini

Madrid a El Itagnol
Giornalista italiano in Spagna, ho collaborato negli anni con giornali e periodici italiani e spagnoli. Sono caporedattore de ilmeteo.net, portale italiano del gruppo Meteored. Fondatore, gestore e redattore della testata "El Itagnol - Ultime notizie dalla Spagna". Fra Roma e Madrid. Laurea magistrale in Geologia Applicata all'Ingegneria.
loading...