Coronavirus, la situazione in Spagna nel settembre del 2021: contagi, vaccinazioni, restrizioni

covid-19

 

1 settembre 2021, mercoledì

La Spagna ha raggiunto il traguardo del 70% di popolazione vaccinata con due dosi contro la COVID-19. Dopo il Portogallo la Spagna è il primo paese dell’Europa occidentale a raggiungere questo traguardo.

In Spagna il 70% della popolazione ha completato il ciclo di vaccinazione contro il COVID-19

2 settembre 2021, giovedì

In Spagna si contano 9.561 nuovi contagi e 168 morti nelle prime ore del mese di settembre

Il Ministerio de Sanidad ha notificato 9.561 nuovi contagi da coronavirus SARS-CoV-2 e 168 morti.  L’incidenza accumulata scende ancora fino a 210 casi ogni 100.000 abitanti negli ultimi 14 giorni. La regione con più contagi rimane l’Estremadura, seguita da La Rioja e Cantabria. Sono 6.288 le persone ricoverate, 335 meno rispetto al giorno precedente. Secondo il bilancio ufficiale dall’inizio della pandemia sono morte 84.640 persone in Spagna a causa della COVID-19.

3 settembre 2021, venerdì

Sono 6.311 i nuovi contagi e 155 i morti nelle ultime 24 ore. Le terapie intensive sono occupate al 15,95% da malati Covid.

Il 39,4% dei giovani fra 12 e 19 anni ha completato il ciclo vaccinale

Le persone che hanno completato il ciclo vaccinale in Spagna sono il 71,5% della popolazione totale. Fra i giovani di età compresa fra 12 e 19 anni il 39,4% ha ricevuto le due dosi del vaccino.

Valencia, si tengono “las fallas” dopo la sospensione del 2020

Dopo la sospensione nel 2020, si tengono eccezionalmente dal 1° al 5 settembre las Fallas de Valencia. I festeggiamenti avvengono con misure di sicurezza sanitaria, che le rendono “le più atipiche della storia”, come indicano i giornali locali della città mediterranea. Capienza limitata, distanziamento, mascherine, rendono i festeggiamenti (che di solito si tengono in primavera ma sono stati spostati per l’emergenza Covid) insoliti e diversi da quelli di sempre.

6 settembre 2021, lunedì

Nel fine settimana vengono rilevati 9.639 nuovi contagi e 133 morti. In Spagna sembra ormai passato il peggio della “quinta ondata” di contagi, che ha avuto il suo picco proprio nel pieno dell’estate 2021.

Spagna, è passato il peggio della quinta ondata: migliaia i morti nei mesi estivi

Da quando è iniziata la quinta ondata in Spagna, a fine giugno – riportano i media spagnoli – sono stati aggiunti al bilancio delle vittime oltre 3.800 persone colpite dal coronavirus. La maggior parte erano anziani, con una media di età intorno agli 80 anni. Nell’ultima settimana sono stati 795 i morti notificati, 69 meno della settimana precedente, a fine agosto. Si rileva quindi un calo delle morti.

7 settembre 2021, martedì

Martedì 7 settembre vengono notificati in serata 5.246 nuovi contagi e 138 morti in 24 ore.

La Catalogna toglierà le ultime restrizioni da venerdì 10 settembre

La Catalogna annuncia che toglierà ogni tipo di restrizioni a breve e che da venerdì non ci sarà più il divieto di riunioni con più di 10 persone. Questo faciliterà ad esempio la celebrazione della tradizionale manifestazione dell’11 settembre, nel giorno della Diada (festa in Catalogna), diventata negli ultimi anni una giornata simbolica per le manifestazioni indipendentiste.

Spagna, il 72,5% della popolazione ha ricevuto le due dosi del vaccino

In Spagna il 72,5% della popolazione ha ricevuto le due dosi contro la COVID-19.

8 settembre 2021, mercoledì

La Spagna somministrerà una terza dose di vaccino a 100.000 persone immunodepresse

La terza dose del vaccino in Spagna verrà amministrata al momento a centomila pazienti con gravi problemi di immunodepressione.

9 settembre 2021, giovedì

La Spagna esce dalla situazione di “rischio massimo” per la riduzione dei contagi

Il Ministerio de Sanidad spagnolo ha registrato questo giovedì 4.763 nuovi casi di coronavirus. Si riduce l’incidenza di nuovi contagi, già in diminuzione da giorni, e la Spagna esce così dal livello di “rischio estremo” in cui si trovava secondo la classificazione di rischio sanitario. Nelle ultime 24 ore vengono notificati 71 morti. Il bilancio totale delle vittime in Spagna dall’inizio della pandemia sale a 85.218 persone.

Ci sono attualmente 5.115 pazienti ricoverati con Covid-19 negli ospedali spagnoli, 229 in meno rispetto a ieri, e sono 1.258 le persone ricoverate in terapia intensiva (55 in meno rispetto a ieri).

Vaccinato il 73,6% degli spagnoli

Il 73,6% degli spagnoli sono vaccinati con due dosi (sono 34.903.802 persone).

Spagna, solo diecimila persone vivono ancora sotto coprifuoco

Il quotidiano “El Paìs” pubblica oggi un articolo sugli ultimi diecimila spagnoli che vivono in territori con coprifuoco: sono gli abitanti di una località nella provincia di Siviglia e sono gli ultimi a dover rispettare questa restrizione, che fino a pochi mesi fa riguardava tutto il paese.

Los últimos 10.736 españoles bajo toque de queda

El ambiente en la terraza del bar El Peñón del Moro en Cantillana (Sevilla) este miércoles era de jarana con mucha corbata, trajes de gala y alguna chica con mantilla, pero sin distancia interpersonal y apenas cuatro mascarillas entre las 200 personas que disfrutaban de pie en corrillos y sentados en mesas al sol.

Che restrizioni ci sono in Spagna nel settembre del 2021?

Consulta la pagina dell’Ambasciata d’Italia a Madrid, qui sotto.

Emergenza COVID-19 (Coronavirus): indicazioni delle Autorità spagnole ed italiane

In riferimento all’emergenza COVID-19 (Coronavirus), si prega di attenersi alle indicazioni pubblicate – e costantemente aggiornate – dalle Autorità italiane e spagnole in materia. Sulla piattaforma della Commissione europea, creata per favorire la ripresa sicura degli spostamenti in Europa, sono disponibili informazioni aggiornate sui singoli Paesi, per consentire ai cittadini europei di pianificare i propri spostamenti.

The following two tabs change content below.

Lorenzo Pasqualini

Madrid a El Itagnol
Giornalista italiano a Madrid, ho collaborato negli anni con giornali e periodici italiani e spagnoli. Sono caporedattore di Meteored Italia e l'autore del sito di informazione "El Itagnol - Notizie dalla Spagna e dall'Italia".