Spagna, quest’estate diversi morti durante le feste taurine: proibire le feste con i “tori in strada”?

encierro tori
Una foto d’archivio con tori in strada a Toledo nel 2018 (fonte: https://it.depositphotos.com/)

MADRID. In Spagna ci sono stati numerosi incidenti quest’estate nel corso delle feste taurine, ancora popolari e diffuse nel paese e da distinguere dalle “corridas”. In particolare, salta agli occhi il bilancio di 8 morti nella Comunità Valenciana, dove ci sono stati numerosi incidenti a luglio e agosto nel corso dei bous al carrer uno spettacolo di tauromachia popolare nel quale i tori corrono per strada e le persone fuggono cercando di schivarli. Ogni anno si svolgono nella regione valenciana circa settemila feste di bous al carrer.

La differenza dagli encierros, manifestazioni diffuse nel resto della Spagna, è che in questo caso i tori corrono liberi per le vie del paese, mentre nel caso degli encierros vengono guidati in percorsi obbligati con protezioni di legno che servono a proteggere gli spettatori. La pericolosità delle feste valenziane è quindi più alta.

Le differenze tra “encierros” e “corridas”

In entrambi i casi non è prevista l’uccisione del toro, animale che viene riportato nell’allevamento al termine della festa, cosa che non avviene invece nelle corridas, che si celebrano nelle plazas de toros, dove l’animale viene ucciso dopo un lungo e crudele rito e su cui c’è da decenni un acceso dibattito in Spagna per la crudeltà e il dolore inflitto all’animale. Le corride sono da anni in una evidente crisi di popolarità con un declino che va avanti da molto tempo.

Le feste dei bous al carrer, letteralmente “tori per strada”, nonostante non portino alla morte dell’animale e nonostante vi siano dei controlli specifici affinché gli animali non vengano colpiti o maltrattati dalle persone, sono criticate per lo stress a cui è sottoposto il toro. Uno dei dibattiti principali verte sulla pericolosità di questi eventi, nei quali ogni anno perdono la vita diverse persone. Proprio la morte di otto persone quest’estate nella Comunità Valenciana ha fatto parlare di una possibile proibizione, ma al momento sembra che la decisione verrà lasciata ai singoli comuni.

Muore un operaio in una corrida alle porte di Madrid

Sempre nelle ultime settimane c’è stata una vittima nel corso di una corrida, in questo caso nella plaza de toros di Fuenlabrada, alle porte di Madrid. Un operaio è stato incornato da un toro che è saltato dalla zona centrale della piazza al corridoio interno, uccidendo l’uomo. In questo caso l’incidente è avvenuto durante la corrida, uno spettacolo che avviene in una “plaza de toros”, una arena pensata apposta per questo tipo di spettacoli.

Alcuni articoli degli eventi di quest’estate

La Generalitat valenciana deja el futuro de los ‘bous al carrer’ en manos de los ayuntamientos

La vicepresidenta esquiva la implicación de la Generalitat tras la octava víctima mortal Tras ocho muertos y 15 días después de pedir “valentía” para afrontar el debate sobre el futuro de los bous al carrer, la vicepresidenta y portavoz del Gobierno valenciano, Aitana Mas, dejó este viernes en manos de los ayuntamientos y las diputaciones cualquier decisión sobre los festejos taurinos de calle.

Mueren tres personas en los festejos de ‘bous al carrer’ de varias poblaciones valencianas en julio

Tres personas han fallecido en apenas un día en los festejos de bous al carrer (toros en la calle) celebrados en tres localidades de la Comunidad Valenciana, debido a las heridas provocadas por el asta de los toros.

The following two tabs change content below.
El Itagnol è un sito di notizie di attualità, cultura e tanto altro dalla Spagna e dall'Italia. Le ultime notizie da Madrid e Roma, notizie di cultura, ambiente, viaggi, turismo, montagna e tanto altro. Testata online bilingue in italiano e spagnolo. Autore: Lorenzo Pasqualini, giornalista.