Palermo, per il Simposio COTEC attesi i capi di Stato di Italia, Spagna e Portogallo

cotec palermo

MADRID. Il prossimo martedì 27 giugno, saranno presenti a Palermo i capi di Stato di Italia, Spagna e Portogallo. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il Re di Spagna Felipe VI e il presidente della Repubblica del Portogallo, Marcelo Rebelo de Sousa, arriveranno nella sede dell’Assemblea regionale siciliana, presso Palazzo dei Normanni, a Palermo, per il pranzo di chiusura del 16° simposio di Cotec Europa.

COTEC è una fondazione privata senza fini di lucro in cui prosperano attorno al tema dell’innovazione le competenze, le esperienze e gli interessi delle istituzioni, delle imprese e del sistema di ricerca. Per la realizzazione dei suoi scopi svolge azioni di coordinamento tra lo stato e le istituzioni locali, le aziende e gli istituti di ricerca. Promuove studi e ricerche in vari campi dell’innovazione per sostenere la formulazione di nuove politiche per promuovere la competitività tecnologica e scientifica italiana.

La Fondazione COTEC promuove inoltre dibattiti e intese su argomenti di innovazione tecnologica tra istituti, associazioni, università, enti scientifici, fondazioni, centri di ricerca e formazione operanti in Italia e all’estero. Insieme alla Fundación COTEC della Spagna e all’Associação COTEC del Portogallo, è impegnata nel rappresentare presso l’Unione Europea gli interessi dei paesi del Mediterraneo inerenti alle politiche e alle azioni a sostegno dell’innovazione.

Simposio COTEC Europa 2023

Come ogni anno si terrà il Simposio COTEC Europa , il summit internazionale delle tre COTEC di Italia, Portogallo e Spagna, che quest’anno arriva alla 16° edizione e che avrà come tema “L’innovazione nella finanza sostenibile”.

L’evento è organizzato da COTEC Italia, alla presenza del Capo di Stato Sergio Mattarella, il Re di Spagna, Felipe VI e il Presidente della Repubblica portoghese, Marcelo Rebelo de Sousa. E’ ugualmente prevista la partecipazione del Commissario europeo per l’Economia Paolo Gentiloni.

I leader delle imprese e gli esponenti delle istituzioni associate a COTEC di Italia, Spagna e Portogallo si riuniranno per individuare azioni comuni circa la problematica degli investimenti in sostenibilità ambientale e sociale, per offrire il loro punto di vista su come possa la finanza, anche attraverso strumenti innovativi, concorrere al raggiungimento dei 17 obiettivi stabiliti da Agenda 2030 (SDG, obiettivi di sviluppo sostenibile) e dall’Accordo di Parigi sul clima, finalizzato a contenere l’innalzamento della temperatura media globale, ridurre le emissioni globali climalteranti, sviluppare e diffondere tecnologie atte a raggiungere la neutralità climatica (net-zero emissions).

Il focus della XVI edizione di COTEC Europa verterà su alcuni aspetti di grande rilevanza: si parlerà dell’importanza dell’innovazione nell’ambito del rapporto tra finanza e sostenibilità, di come sia necessario individuare nuove forme di finanziamento che possano garantire agli investitori un uso trasparente delle risorse (criteri ESG, Environment, Social, Governance), fornire dunque soluzioni che possano incentivare anche il settore privato al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità.

XVI SIMPOSIUM COTEC EUROPA

XVI SIMPOSIUM COTEC EUROPA COTEC è una fondazione privata senza fini di lucro in cui prosperano attorno al tema dell’innovazione le competenze, le esperienze e gli interessi delle istituzioni, delle imprese e del sistema di ricerca. Per la realizzazione dei suoi scopi svolge azioni di coordinamento tra lo stato e le istituzioni locali, le aziende e gli istituti di ricerca.

https://www.palermotoday.it/politica/simposio-cotec-palermo-programma-mattarella-felipe-di-spagna.html

The following two tabs change content below.
El Itagnol è un sito di notizie di attualità, cultura e tanto altro dalla Spagna e dall'Italia. Le ultime notizie da Madrid e Roma, notizie di cultura, ambiente, viaggi, turismo, montagna e tanto altro. Testata online bilingue in italiano e spagnolo. Autore delle notizie: Lorenzo Pasqualini, giornalista.

Commenta per primo

Rispondi