Canarie, cos’è la calima e come comportarsi quando si verifica questo fenomeno meteo

calima canarie
Un episodio di calima alle Canarie (foto: https://depositphotos.com/)

Ancora una volta, negli ultimi giorni, le Canarie sono state investite da una massiccia irruzione di polvere sahariana che ha totalmente avvolto le isole di La Palma e El Hierro. Questo fenomeno, che durerà ancora per diversi giorni, è conosciuto nell’arcipelago spagnolo, ed in tutta la Spagna, come calima. La traduzione letterale in italiano del termine calima è “foschia”, o “nebbiolina”. Si tratta di un fenomeno atmosferico ben noto in Spagna, dovuto principalmente alle ricorrenti intrusioni di polveri sospese di origine sahariana, sebbene le sue origini siano molto diverse, secondo quanto riporta il sito di meteorologia Meteored (tiempo.com).

Cos’è la calima che spesso avvolge le Canarie e il sud della Spagna?

La calima consiste nella presenza nell’atmosfera di piccolissime particelle di polvere, ma anche sale, cenere, argilla o sabbia in sospensione. La maggior parte di queste particelle, riporta il sito tiempo.com (Meteored Spagna) – sono di origine solida e possono essere sospese in aria o essere sollevate da terra dal vento. Inoltre sono così piccole da essere invisibili all’occhio umano, ma abbastanza numerose da conferire all’aria un aspetto torbido.

La conseguenza più rilevante della calima è un drastico peggioramento della qualità dell’aria, con conseguenti effetti sulla salute. Le particelle PM10, un componente essenziale della calima, possono avere effetti negativi sul sistema respiratorio umano. Queste minuscole particelle, con un diametro compreso tra 2,5 e 10 µm, sono in grado di penetrare in profondità nei polmoni, causando una serie di problemi di salute.

Il fenomeno può causare anche scarsa visibilità, creando problemi alla viabilità e all’aviazione, può sporcare le strade, le automobili e le piante. Se la calima coincide con precipitazioni si formano le cosiddette “piogge di fango”. Il cielo, nel corso degli episodi di calima, ha solitamente una tonalità giallastra o rossastra molto caratteristica.

La foschia tende a scomparire quando vi è ricambio della massa d’aria che la trasporta. Nelle Isole Canarie è un fenomeno abbastanza comune, a causa della vicinanza del Sahara, ma negli ultimi anni ha interessato anche altre aree della Spagna, anche nella Penisola Iberica. Un evento memorabile è stato quello del marzo 2022, quando il cielo del paese si è colorato di un tono marrone-rossastro. L’irruzione eccezionale di calima in quell’occasione si era spinta fino a Madrid, riempiendo le strade della capitale spagnola di polvere sottilissima. 

Le foto della calima alle Canarie e una selezione di articoli

https://twitter.com/MeteoredES/status/1751942458269712646

Polvo sahariano por todas partes: conoce sus riesgos y beneficios para la salud, el clima y el océano

Las irrupciones de polvo sahariano o calima puede tener consecuencias positivas y negativas tanto para el hombre como para la naturaleza.

¿Por qué la calima no da tregua a Canarias? Previsión para los próximos días

La calima será una de las grandes protagonistas de la semana en el archipiélago canario, con visibilidad reducida y una calidad del aire desfavorable.

The following two tabs change content below.
El Itagnol è un sito di notizie di attualità, cultura e tanto altro dalla Spagna e dall'Italia. Le ultime notizie da Madrid e Roma, notizie di cultura, ambiente, viaggi, turismo, montagna e tanto altro. Testata online bilingue in italiano e spagnolo. Autore delle notizie: Lorenzo Pasqualini, giornalista.

Commenta per primo

Rispondi