Iscrizione all’AIRE obbligatoria, ecco come fare per iscriversi nel 2024

Iscrizione AIRE obbligatoria: ecco come fare ad iscriversi nel 2024 per evitare multe.

aire anagrafe italiani esteroL’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.) è il registro dei cittadini italiani che risiedono fuori dall’Italia, e contiene i dati dei cittadini italiani che risiedono all’estero per un periodo superiore ai dodici mesi. Viene gestita dai Comuni sulla base dei dati e delle informazioni provenienti dalle Rappresentanze consolari all’estero.

Fino al 2023 l’iscrizione era considerata un diritto-dovere del cittadino. Grazie all’iscrizione all’AIRE si usufruisce di una serie di servizi forniti dalle Rappresentanze consolari all’estero e si acquisisce la possibilità di voto dall’estero. Finora non vi erano sanzioni verso chi non si iscriveva. Dal 1° gennaio del 2024 le cose sono cambiate e dal primo gennaio di quest’anno si può incorrere in multe se non ci si iscrive.

Dal 1° gennaio 2024 iscrizione all’AIRE obbligatoria

Dal primo di gennaio la nuova legge di bilancio appena approvata prevede sanzioni da 200 a 1000 euro per ogni anno di mancata iscrizione all’AIRE (limite massimo di 5 anni sanzionabili). In questo articolo vedremo quindi chi deve iscriversi e come ci si iscrive all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero.

Chi deve iscriversi all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE)

Devono iscriversi all’A.I.R.E.:

  • i cittadini che fissano all’estero la dimora abituale (si intende per un periodo superiore a 12 mesi);
  • quelli che già vi risiedono, sia perché nati all’estero che per successivo acquisto della cittadinanza italiana a qualsiasi titolo.

Non devono iscriversi all’AIRE:

  • i cittadini che si recano all’estero per un periodo di tempo inferiore ad un anno;
  • i lavoratori stagionali;
  • i dipendenti di ruolo dello Stato in servizio all’estero, che siano notificati ai sensi delle Convenzioni di Vienna sulle relazioni diplomatiche e sulle relazioni consolari rispettivamente del 1961 e del 1963;
  • i militari italiani in servizio presso gli uffici e le strutture della NATO dislocate all’estero.

Servizi offerti dall’iscrizione all’AIRE

  • possibilità di votare per elezioni politiche e referendum via posta dal Paese di residenza, quindi fuori dall’Italia, e per l’elezione dei rappresentanti italiani al Parlamento Europeo nei seggi istituiti dalla rete diplomatico-consolare nei Paesi appartenenti all’U.E.;
  • possibilità di ottenere il rilascio o rinnovo di documenti di identità e di viaggio, nonché altre certificazioni, senza spostarsi in Italia, ma semplicemente recandosi nelle sedi consolari nel paese in cui ci si trova;

Come ci si iscrive all’AIRE?

L’iscrizione all’A.I.R.E., è completamente gratuita, e viene effettuata a seguito di dichiarazione resa dall’interessato all’Ufficio consolare competente per territorio entro 90 giorni dal trasferimento della residenza e comporta la contestuale cancellazione dall’Anagrafe della Popolazione Residente (A.P.R.) del Comune di provenienza.

Dal 2020 l’iscrizione all’AIRE è stata agevolata ed ora si può fare richiesta via Internet, attraverso il sito FAST IT. 

Stai leggendo El Itagnol – giornale italo-spagnolo di cultura e attualità con sede in Spagna. Non perderti gli aggiornamenti su itagnol.com!   Seguici anche sui social, su TwitterInstagram e Facebook!

The following two tabs change content below.
El Itagnol è un sito di notizie di attualità, cultura e tanto altro dalla Spagna e dall'Italia. Le ultime notizie da Madrid e Roma, notizie di cultura, ambiente, viaggi, turismo, montagna e tanto altro. Testata online bilingue in italiano e spagnolo. Autore delle notizie: Lorenzo Pasqualini, giornalista.

Commenta per primo

Rispondi