Europee 2024, come votano gli italiani all’estero residenti in Spagna? Tutte le informazioni ufficiali

Elezioni europee 2024, come votano gli italiani residenti in Spagna, dove si trovano i seggi, quando si vota, cosa bisogna fare? Tutte le informazioni

europee 2024 voto esteroTra il 6 ed il 9 giugno del 2024 si voterà in tutta l’Unione Europea per il rinnovo del Parlamento europeo, che è l’organo legislativo a elezione diretta dell’UE. In questo articolo andremo a vedere come e quando si vota in Spagna, e come possono bvotare gli italiani residenti nel paese.

Quando si vota

Il voto all’estero per i rappresentanti italiani nel Parlamento europeo si esercita venerdì 7 e sabato 8 giugno presso i seggi appositamente istituiti all’estero dalle Ambasciate e dagli Uffici consolari. Dalla Spagna quindi gli elettori italiani all’estero potranno votare nel pomeriggio di venerdì 7 e nella giornata di sabato 8.

Chi può votare dalla Spagna alle elezioni europee 2024

Come indicato sul sito ufficiale dell’Ambasciata italiana di Madrid, possono votare in Spagna per l’elezione dei rappresentanti italiani al Parlamento europeo tutti i cittadini italiani residenti in Spagna e regolarmente iscritti all’AIRE, che non abbiano optato per il voto per i candidati spagnoli (si poteva esprimere questa preferenza alcuni mesi fa, ma ormai è scaduto il termine) ed anche i cittadini italiani ed i familiari con essi conviventi che si trovano temporaneamente (per meno di 12 mesi) in Spagna per motivi di studio o di lavoro, che abbiano presentato entro il 21.03.2024 apposita domanda all’Ufficio consolare competente, indirizzata al Sindaco del Comune italiano nelle cui liste elettorali sono iscritti.

Leggi qui tutti gli articoli e le informazioni aggiornate sulle Elezioni Europee 2024

Come si vota: via posta o in presenza?

A differenza delle altre elezioni, gli elettori italiani in Spagna voteranno in presenza presso i seggi allestiti nei consolati ed in altri luoghi, e non via posta come accade per le elezioni politiche o per i referendum.

L’Ambasciata d’Italia a Madrid organizzerà i seggi nelle località di Madrid, La Coruña, Logroño, Malaga e Siviglia (per i dettagli su indirizzi e orari di apertura clicca qui). 

Quando arriva il certificato elettorale a casa?

Entro il 25 maggio il Ministero dell’Interno italiano invierà direttamente agli elettori il certificato elettorale personalizzato, contenente l’indicazione del seggio presso il quale votare, la data e l’orario delle votazioni. Il certificato potrà, pertanto, giungere a destinazione alcuni giorni dopo la data citata, informano dall’Ambasciata.

Dal 4 giugno, se non è arrivato il certificato, si può fare richiesta

Gli elettori che, entro il quinto giorno precedente quello della votazione, non avranno ricevuto al proprio domicilio il certificato elettorale, potranno farne richiesta all’Ufficio consolare competente (a partire, quindi, dal 4 giugno).

Dove si trovano i seggi elettorali e quando si vota?

Ecco dove si trovano i seggi istituiti dall’Ambasciata d’Italia a Madrid (per maggiori informazioni, clicca qui).

SEGGIO LA CORUÑA
BIBLIOTECA MUNICIPAL DURÁN LORIGA – C/ DURÁN LORIGA 10, BJ. – 15003 LA CORUÑA
Orari apertura:
– 07.06.2024 dalle 17 alle 22
– 08.06.2024 dalle 8 alle 16

SEGGIO LOGROÑO
C/ GONZALO DE BERCEO, OFICINA 8 (EDIFICIO DE LAS PALMERAS) – 26005 LOGROÑO
Orari apertura:
– 07.06.2024 dalle 17 alle 22
– 08.06.2024 dalle 8 alle 16

SEGGIO MADRID
CALLE RIOS ROSAS, 57 – 28003 MADRID
Orari apertura:
– 07.06.2024 dalle 17 alle 22
– 08.06.2024 dalle 8 alle 18

SEGGIO MALAGA
C/ CONCEJAL MUÑOZ CERVAN, 3 – MÓDULO 3 – 29003 MALAGA
Orari apertura:
– 07.06.2024 dalle 17 alle 22
– 08.06.2024 dalle 8 alle 16

SEGGIO SIVIGLIA
C/ FABIOLA, 10 – 41004 SIVIGLIA
Orari apertura:
– 07.06.2024 dalle 17 alle 22
– 08.06.2024 dalle 8 alle 16

The following two tabs change content below.
El Itagnol è un sito di notizie di attualità, cultura e tanto altro dalla Spagna e dall'Italia. Le ultime notizie da Madrid e Roma, notizie di cultura, ambiente, viaggi, turismo, montagna e tanto altro. Testata online bilingue in italiano e spagnolo. Autore delle notizie: Lorenzo Pasqualini, giornalista.

Commenta per primo

Rispondi