Il Parlamento internazionale della legalità presso la Scuola Italiana di Madrid

scuola italiana madridLa Scuola italiana di Madrid è da sempre aperta a progetti che sensibilizzino i propri studenti verso temi trasversali. In un mondo in cui l’individualismo trova largo spazio tra i giovani, l’educazione civica è sempre più importante per formare i futuri cittadini del mondo. Per tale ragione la scuola ha deciso di aderire ad un progetto che ha visto il coinvolgimento di molte scuole italiane ed europee.

Il progetto

Il progetto formativo è nato nel 1985 in una scuola siciliana e ha visto il coinvolgimento di molte scuole in tutto il territorio Italiano e internazionale. Per tale ragione è nato da qualche anno il Parlamento internazionale della Legalità, che ha come unico obiettivo: “Potenziare le qualità naturali dei giovani al fine di divenire artefici e protagonisti di un mondo nuovo, impegnandosi nel presente per rendere a colori la vita di chi vive nell’abbandono e nella solitudine”. Anche la scuola di Madrid ha deciso di aderire al progetto che è stato accolto da una classe della scuola primaria.

Tutti gli articoli del giornale ‘El Itagnol’ sulla Scuola Italiana di Madrid 

Il percorso del progetto è nato chiedendo ai bambini quali tematiche avrebbero voluto approfondire coerenti con la parola LEGALITA’. La scelta è ricaduta sul bullismo, fenomeno che è cresciuto molto negli ultimi anni avendo trovato anche nuove forme di bullismo, più moderne, utilizzando le nuove tecnologie, e per questo oggi si parla molto di cyberbullismo. La scuola di Madrid ha realizzato un percorso di educazione civica sul bullismo e il cyberbullismo, in quanto sono realtà che in misura diversa interessano tutti gli ordini di scuola.

I bambini della scuola primaria hanno scelto un rappresentante (ambasciatore) quale delegato del parlamento della legalità tra 2 compagni indicati da loro. È stata una bella occasione – si legge nel comunicato stampa della Scuola –  per svolgere delle elezioni che li hanno catapultati nel mondo degli adulti. Si è costituito un vero e proprio seggio con un presidente ed uno scrutatore. E si è persino redatto un verbale delle operazioni di voto con il risultato finale, indicando i voti validi di ciascun candidato. I bambini hanno appreso tutte le operazioni necessarie per eleggere un proprio delegato. Successivamente si sono svolte attività e discussioni circa il bullismo e quali potrebbero essere le armi per sconfiggere il fenomeno.  I bambini della scuola primaria hanno indicato 4 parole chiave che possono combattere questo grande male chiamato bullismo: AMICIZIA, EMPATIA, GENTILIZZA, RISPETTO. In conclusione hanno realizzato un grande cartellone murale.

In un mondo sempre più anestetizzato dai social e indifferente verso le difficoltà dell’altro bisogna andare contro tendenza.

The following two tabs change content below.
El Itagnol è un sito di notizie di attualità, cultura e tanto altro dalla Spagna e dall'Italia. Le ultime notizie da Madrid e Roma, notizie di cultura, ambiente, viaggi, turismo, montagna e tanto altro. Testata online bilingue in italiano e spagnolo. Autore delle notizie: Lorenzo Pasqualini, giornalista.

Commenta per primo

Rispondi