Mafia, questa settimana in Italia ci sono stati molti arresti

In questa prima settimana di dicembre 2018 sono stati effettuati in Italia numerosi arresti, che hanno assestato un colpo sia alla mafia siciliana, Cosa Nostra, che a quella calabrese, la ‘Ndrangheta. Il 4 dicembre, all’alba, una maxi-operazione antimafia disposta dalla DDA (direzione distrettuale antimafia) ha portato all’arresto di 46 persone.

Dalle indagini risulta che Cosa Nostra aveva ricostituito la cupola dell’organizzazione criminale. A seguito di una riunione tenutasi a maggio di quest’anno, la mafia siciliana aveva nominato il successore del boss Totò Riina, morto circa un anno fa. Il nuovo capo della mafia sarebbe Settimo Mineo, che è stato arrestato. Secondo vari esperti Cosa Nostra si troverebbe in un periodo di forte debolezza rispetto al passato. Secondo il giornalista Attilio Bolzoni, i “vecchi” capi stavano cercando di rifondare qualcosa, in un momento in cui sono marginali nell’economia criminale dell’isola.

La notizia su El Paìs (in spagnolo)

Il giorno dopo, il 5 dicembre, 90 persone sono state arrestate nell’ambito di una maxi inchiesta sulla ‘Ndrangheta ed i suoi traffici internazionali. Una rete enorme che dai paesini della Calabria arriva fino al Sud America. Gli arresti sono avvenuti in contemporanea in paesi diversi: Italia, Belgio, Olanda, Colombia e Germania. La ‘Ndrangheta calabrese è oggi una delle mafie più potenti del mondo.

The following two tabs change content below.
El Itagnol è un sito di notizie di attualità, cultura e tanto altro dalla Spagna e dall'Italia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.