La Spagna “svuotata” in piazza a Madrid: oltre 50mila per lo sviluppo delle aree rurali

spagna vaciadaDecine di migliaia di persone, centomila secondo gli organizzatori, hanno sfilato domenica 31 marzo per le vie di Madrid per chiedere misure urgenti contro lo spopolamento di quella che viene definita “la Spagna svuotata”.

È quella parte del paese che, nonostante l’enorme superficie (il 53% del territorio) è popolata soltanto dal 5% della popolazione totale. Sono le aree interne, i vasti altopiani della meseta, dove le campagne, ed i centri minori hanno vissuto nel corso degli anni una continua riduzione di popolazione e dove la densità di popolazione è di gran lunga la più bassa dell’Europa: solo la Lapponia ha una densità di abitanti minore.

Misure urgenti per frenare lo spopolamento

Riuniti per la prima volta in questa manifestazione che gli organizzatori definiscono storica, quasi cento fra associazioni, collettivi e piattaforme cittadine provenienti da molte zone della Spagna interna hanno chiesto al governo misure urgenti per lo sviluppo delle aree rurali, per invertire lo spopolamento delle campagne e dei piccoli centri. Più fondi pubblici per le scuole e per gli ospedali, colpiti pesantemente dai tagli degli scorsi anni e politiche di sviluppo locale che frenino quella che viene definita dai manifestanti “l’agonia del mondo rurale spagnolo”, un continuo spostamento di popolazione verso le fasce più popolate, lungo la costa e nella capitale.

A manifestare erano davvero in tanti, nonostante la pioggia e l’abbassamento delle temperature. Sono venuti da molte zone della Spagna. A guidare la marcia le due piattaforme organizzatrici, Teruel Existe e Soria ¡YA!, nate nelle due cittadine che maggiormente incarnano il problema dello spopolamento e della depressione economica.  Lo slogan del corteo era “La Revuelta de la España Vaciada”. La protesta si svolge a meno di un mese dalle elezioni anticipate del 28 aprile, da cui dovrebbe uscire un nuovo governo dopo la caduta del governo Sanchez.

Nel corteo c’erano personalità politiche provenienti da schieramenti diversi, ma gli organizzatori hanno espressamente chiesto che la protesta non venisse strumentalizzata ed avevano detto no a bandiere di partito.

Il video del corteo nel servizio di EuroNews

La rivolta della Spagna “svuotata”

Il servizio del tg spagnolo sul corteo del 31 marzo 2019

 

The following two tabs change content below.

Lorenzo Pasqualini

Madrid a El Itagnol
Giornalista, ho collaborato negli anni con giornali e periodici italiani e spagnoli. Sono caporedattore de ilmeteo.net, portale italiano del gruppo Meteored. Fondatore e caporedattore de El Itagnol. Vivo in Spagna da anni, sempre a cavallo fra Roma e Madrid. Laurea magistrale in Geologia Applicata all'Ingegneria.