Il comune di Barcellona parla di “crisi di sicurezza” in città, ma Ada Colau smentisce

barcellonaIl Comune di Barcellona, per bocca del vice sindaco Albert Battle, ha parlato di “crisi di sicurezza” in città dopo gli ultimi omicidi. Nell’ultima settimana sono già tre gli omicidi avvenuti la stampa locale parla di una percezione di insicurezza crescente fra i cittadini.

Nella conferenza stampa, è stato comunque diffuso un messaggio di ottimismo: “Barcellona – ha affermato Battle – è una città sicura in confronto a città come Londra, Parigi o Roma” (anche se non sono state fornite cifre per sostenere questa affermazione).

Otto omicidi nell’ultimo mese e mezzo

A Barcellona nel 2019 ci sono stati tredici omicidi, quattordici se si conta anche quello del 16 agosto, che ha nuovamente portato allarme in città. Il numero di omicidi è aumentato nell’ultimo mese, con otto episodi di morte violenta.

Cinque persone sono morte in seguito a liti violente, due sono morte per colpi di arma da fuoco ed una donna è stata trovata morte con segni di strangolamento.

Il Comune ha promesso risolvere il problema sicurezza in un anno, con l’aumento di misure di prevenzione e controllo. In particolare, a settembre aumenterà di varie centinaia il numero di agenti delle forze dell’ordine sul territorio.

Ada Colau: “sono fatti puntuali”

Il 18 agosto la sindaca Ada Colau ha affermato però che si tratta di “fatti puntuali” ed ha sostanzialmente smentito che ci sia in città una “crisi”.

Preoccupazione per la micro criminalità

C’è però diffusa preoccupazione per la micro criminalità, con un aumento di scippi violenti specialmente ai danni dei turisti. Quest’estate ci sono stati diversi casi in cui gli scippi sono avvenuti in modo violento.

The following two tabs change content below.
El Itagnol è un sito di notizie di attualità, cultura e tanto altro dalla Spagna e dall'Italia. Le ultime notizie da Madrid e Roma, notizie di cultura, ambiente, viaggi, turismo, montagna e tanto altro. Testata online bilingue in italiano e spagnolo.