Spagna, da “isola energetica” a potenza nell’esportazione del gas? Il progetto del gasdotto tra Barcellona e Livorno

gnl gas liquefatto
Una nave trasporta gas liquefatto (foto: https://it.depositphotos.com/)

La guerra in Ucraina sta riconfigurando la mappa energetica dell’Europa e la Spagna diventa cruciale. Di fronte alla dipendenza energetica dalla Russia di diversi paesi europei, tra cui Italia e Germania spiccano sugli altri, la Spagna può vantare una potenzialità: è un importante punto di approdo di navi cariche di gas liquefatto, ha il maggior numero di rigassificatori dell’UE ed ha importanti accordi con i vicini paesi del Maghreb. 

Il problema della Spagna, e anche del Portogallo, è che sono però scollegate dal resto del continente europeo e questa quantità di gas in arrivo nella Penisola Iberica non può essere trasferita verso l’Europa con facilità. La Spagna sta puntando da mesi alla costruzione di un gasdotto attraverso i Pirenei, il MidCat (un progetto di anni fa), che piace molto anche alla Germania, paese che in questi mesi è alla ricerca disperata di alternative al gas di Putin. La Francia però finora non ha mostrato interesse per il MidCat, scartando questo progetto per motivi strategici ma anche motivando il suo ‘no’ con il fatto che bisogna puntare su alternative energetiche più verdi.

Di fronte al no di Parigi, Madrid si è interessata sempre più al progetto europeo di un gasdotto tra Barcellona e Livorno, che porterebbe in Italia il gas necessario a ridurre la dipendenza del paese dalla Russia. Verrebbe costruito un sistema di tubi di 700 chilometri con un investimento compreso tra 2.500 e 3.000 milioni di euro che potrebbe richiedere alcuni anni. Il piano è già nei programmi della Commissione Europea.

Il presidente spagnolo Sanchez apre la porta a un gasdotto tra Spagna e Italia se la Francia conferma il suo no al MidCat

Il 24 agosto il presidente Sanchez ha affermato che se la Francia conferma il suo ‘no’ al gasdotto MidCat attraverso i Pirenei, investirà sul “piano B”, cioè sul gasdotto di collegamento con l’Italia.

La Spagna sta mostrando in questi mesi di essere in grado di passare dall’essere un’isola energetica, con scarsi collegamenti con il resto dell’Europa, un fatto che ha portato al riconoscimento, insieme al Portogallo, di una limitazione dei prezzi dell’elettricità per l'”eccezionalità iberica”, a un’ottima posizione geostrategica per rifornire di gas gli altri paesi del continente, e svincolarsi così dalla dipendenza energetica da Mosca.

Sánchez abre la puerta a distribuir gas a Europa a través de Italia si Francia rechaza el gasoducto

El presidente del Gobierno, Pedro Sánchez, ha asegurado que si no se termina de concretar el gasoducto MidCat, apostarían por Italia

Sánchez reafirma junto a Scholz su intención de acelerar la interconexión de gas vía Francia o Italia

“Me encantaría ser yo el que fuera a Argelia”, responde el presidente, que no ha conseguido atajar la crisis diplomática con el país norteafricano

Bruselas estudia un gasoducto de más de 2.500 millones de euros entre Barcelona y Livorno

El tubo, de más de 700 kilómetros, aspira a abastecer a Italia de combustible regasificado en la capital catalana. El plan del Midcat, el proyecto para unir España y Francia, se centra ahora en el transporte de hidrógeno verde

Sánchez y Scholz certifican el frente común para desarrollar el MidCat sin descartar el gasoducto a Italia

“Es la gran tarea: la creación de una gran red europea eléctrica, de futuro para hidrógeno y ahora,…

Il maxi-gasdotto tra Spagna e Italia prende quota. Grazie a Macron

Il no di Parigi al MidCat, il collegamento per portare il gas dalla penisola iberica alla Germania, rilancia il progetto a cui lavorano Snam e Enagas

The following two tabs change content below.

Lorenzo Pasqualini

Madrid a El Itagnol
Giornalista italiano a Madrid, caporedattore di Meteored Italia e autore-fondatore del sito di informazione "El Itagnol - Notizie dalla Spagna e dall'Italia".