A Madrid la XVI Edizione dei Premi all’Italianità 2022, organizzata dal Comites di Madrid: ecco i premiati, le foto e i video

comites madrid premi italianità
I premiati nella serata dei Premi all’Italianità 2022.

Venerdì 2 dicembre, presso la splendida cornice della sala delle colonne del Círculo de Bellas Artes di Madrid, si è svolta la cerimonia di consegna dei “XVI Edizione Premi all’Italianità 2022” organizzata dal Com.It.Es di Madrid, il Comitato degli Italiani all’Estero di riferimento per la circoscrizione madrilena.

I premi sono stati consegnati ai connazionali che più si sono distinti quest’anno nel valorizzare l ‘eccellenza italiana nelle categorie Gastronomia, Sport, Solidarietà, Scienza, Cultura, Associativismo, Made in Italy, Tecnologia, Spettacolo, Medicina, Finanza e PMI. I premi vengono consegnati ogni anno nel mese di dicembre, da ormai 15 anni. Tre anni fa, nel dicembre del 2019, anche El Itagnol ha ricevuto un premio all’italianità nella sezione “giornalismo”, con la premiazione del giornalista Lorenzo Pasqualini, autore del sito e corrispondente freelance da Madrid per altre testate.

I premiati dell’edizione 2022

I riconoscimenti dell’edizione 2022 sono stati assegnati a Maurizio Di Ubaldo, primo avvocato italiano a Madrid, fondatore e presidente di molteplici entità associative ed aziende (PMI). Andrea Tumbarello per portare le tradizioni e l’innovazione della cucina e dei prodotti tipici Italiani in Spagna (Gastronomia); Andrea Chevallard, presidente del Rugby Club Orsi Italiani di Madrid, per aver creato un gruppo di ragazzi che, attraverso lo sport, vivono e crescono anche attraverso i valori della nostra cultura italiana (Sport); Ivan Tabasco per il suo impegno presso l’associazione no profit Emergency Home (Solidarietà); Matteo Miluzio per la divulgazione scientifica (Scienza); Giovanni Caprara per la diffusione della cultura italiana in Andalusia (Cultura); Alessia Mitoli per il grande impulso e le costanti attività che promuove l’Associazione Italiani a Siviglia (Associazionismo); Luca di Carlo per aver rappresentato la Marca Italia attraverso il settore automobilistico (Made In Italy); Stefano Antonino Bongiorno avvocato che ha rivoluzionato la forma di intendere i servizi legali (Tecnologia); Francesco Ercolani per il suo talento e il suo lavoro di diffusione della musica attraverso il Coro Italiano di Madrid (Spettacolo); Francesca Teodonno per offrire ai suoi pazienti ed alla comunità Italiana il miglior servizio e aiuto possibile (Medicina) e a Gianluca Festino per aver insegnato, aiutato e consigliato come gestire i propri risparmi ed essere sempre stato vicino alle necessità dell’emigrazione (Finanza).

Quest’anno, inoltre, il Consiglio del Comites di Madrid ha assegnato quattro riconoscimenti speciali all’Italianità: a Pietro Mariani, profondo conoscitore delle leggi e regolamenti, critico analista dell’emigrazione, sempre pronto ad aiutare e consigliare il connazionale necessitato; a Gabriele Paolo Smeriglio per lo sforzo profuso nei suoi studi sull’emigrazione; a Euprepio Padula per il suo contributo come riferimento italiano della comunità LGBT e infine a Domenico Maggi, imprenditore che ha saputo costruire rapporti solidi con la Spagna, aiutando tanti italiani, dandogli lavoro e consigli utili.

Gli spettatori presenti alla serata dei Premi all'Italianità. foto: Comites Madrid.

Gli interventi

L’evento è stato aperto da un discorso di benvenuto dell’ambasciatore d’Italia a Madrid Riccardo Guariglia, che ha rivolto  un caloroso ed affettuoso saluto ai connazionali e sottolineato l’impegno profuso dal Comites tutto in questo primo anno di lavoro e complimentandosi per l’organizzazione di questa splendida serata. Un saluto è andato inoltre alla presidente del Comites di Barcellona, Livia Pareti ed al presidente del Comites di Arona, Maurizio Mior.

Il presidente del Comites di Madrid, Andrea Lazzari, anfitrione della serata, coadiuvato dai suoi uniti consiglieri, ha fatto un sunto di questo primo anno di “Viaggio” del Comites di Madrid.

“Siamo tutti emigranti e proprio per questo conosciamo e capiamo tutte le difficoltà che esistono quando si decide di lasciare il proprio paese d’origine e intraprendere questo viaggio”, dice il presidente del Com.It.Es Andrea Lazzari in questa serata e continua ricordando a tutti che “Il Com.It.Es c’è sempre quando lo si chiama. Il Comites è come un Amico ed a lui ci si deve rivolgere come tale, con rispetto ed amicizia”. Un anno in cui si è creato un gruppo di lavoro, si è lavorato per raggiungere un’armonia tra i consiglieri ed è stato raggiunto uno senso di appartenenza e di servizio alla collettività molto importante.

Lazzari ha voluto dar voce ai presidenti delle Commissioni create, Adriana Bonezzi, Emanuela Cozzoni, Michele Testoni e Romina De Simone, rispettivamente presidenti delle commissioni Servizi consolari, Arte e cultura italiana, Doppia cittadinanza e Osservatorio Italia, che hanno presentato il bilancio di questo primo anno di mandato così come i progetti e le iniziative in programma per il 2023 con l’obiettivo di essere un punto di riferimento per tutta la collettività italiana che risiede in Spagna con la libertà e tranquillità di sentirsi tra amici.

La serata inoltre ha visto la presenza di numerose autorità e personalità, tra le quali Padre Angel, accompagnato dal premiato Euprepio Padula.

Il Comites inoltre ha rivolto un grazie speciale ai componenti dell’ambasciata italiana a Madrid, il dott. Roberto Nocella, ed il coordinatore per il Comites, Dott. Marco Lapadura, ai rappresentanti delle associazioni regionali dei Pugliesi, Marchigiani, Laziali, Emiliani Romagnoli, Campani e dei Siciliani, alle aziende rappresentanti gli Amici del Comites, agli sponsor ed in particolare alla associazione Marchese del Grillo di Fabriano.

L’edizione del 2022 si è conclusa con un Brindisi Solidale, “una nuova forma di fare del bene agli altri ed aiutare la collettività piú bisognosa” afferma il presidente del Com.It.Es Andrea Lazzari. Per la prima volta in sedici anni, infatti, iI Consiglio del Com.It.Es ha deciso di devolvere, attraverso la Societá Italiana di Beneficenza, i denari che si sarebbero spesi per organizzare un brindisi a una buona causa. Il fondo economico di questo progetto sarà destinato quest’anno alle vittime di violenza di genere, violenza domestica e abuso sessuale, che, lontane dal paese natio, possono sentirsi ancora più sole e più restie a palesarsi, spesso occultando i maltrattamenti subiti.

Leggi anche: Premi Comites all’italianità, nel 2019 un premio anche al fondatore e autore del sito “El Itagnol”, il giornalista Lorenzo Pasqualini

Il video della serata ed il riepilogo dei premiati 2022

Il video della serata, iniziata alle ore 18.30 del 2 dicembre, con la XVI Edizione dei Premi all’Italianità.

I premiati sono, per categoria:

GASTRONOMIA – Andrea Tumbarello
SPORT – Andrea Chevallard
SOLIDARIETÁ – Ivan Tambasco
SCIENZA – Matteo Miluzio
CULTURA – Giovanni Caprara
ASSOCIATIVISMO – Associazione Italiani a Siviglia – AIS
MADE IN ITALY – Luca Di Carlo
TECNOLOGIA – Stefano Antonino Bongiorno
SPETTACOLO – Francesco Ercolani
MEDICINA – Francesca Teodonno
FINANZA – Gianluca Festino
PMI – Maurizio Di Ubaldo
Inoltre sono stati dati quattro riconoscimenti Speciali a:
  • Pietro Mariani
  • Gabriele Paolo Smeriglio
  • Euprepio Padula
  • Domenico Maggi

XVI EDIZIONE DEI PREMI ALL’ ITALIANITÀ | XVI EDIZIONE DEI PREMI ALL’ ITALIANITÀ | By Comites Spagna – Madrid | Facebook

414 views, 39 likes, 4 loves, 8 comments, 10 shares, Facebook Watch Videos from Comites Spagna – Madrid: XVI EDIZIONE DEI PREMI ALL’ ITALIANITÀ

The following two tabs change content below.
El Itagnol è un sito di notizie di attualità, cultura e tanto altro dalla Spagna e dall'Italia. Le ultime notizie da Madrid e Roma, notizie di cultura, ambiente, viaggi, turismo, montagna e tanto altro. Testata online bilingue in italiano e spagnolo. Autore: Lorenzo Pasqualini, giornalista.