La Spagna esclude al momento un nuovo confinamento come in primavera mentre si estende lo stop a bar e ristoranti

europa mappa

MADRID. La Spagna si trova in queste ore di fronte a un bivio. I dati dei contagi sono molto pesanti, ma il Governo esclude al momento un nuovo confinamento domiciliare come quello della primavera 2020, quando era proibito uscire di casa in tutto il Paese. L’idea che prevale in questi giorni è aspettare di vedere se il coprifuoco nazionale imposto domenica 25 ottobre, insieme al blindamento delle Regioni con divieto di entrata e uscita (e stop ai movimenti interni in molte Regioni), ha degli effetti sulla curva dei contagi. Se i nuovi contagi dovessero continuare a crescere, è evidente che il governo spagnolo sarà obbligato a nuove misure ancora più pesanti.

Tutte le notizie sulla pandemia di coronavirus in Italia e Spagna

Escluso al momento un nuovo confinamento domiciliare in Spagna

AL momento comunque, il governo guidato da Pedro Sánchez ha escluso un nuovo confinamento domiciliare. Pochi giorni fa la regione delle Asturie aveva chiesto al governo centrale l’autorizzazione per confinare in casa la sua popolazione, come in primavera, ma l’esecutivo lo ha rifiutato. Il motivo è che lo stato di allarme dichiarato il 25 ottobre e prorogato fino a maggio 2021, offre un ombrello giuridico al coprifuoco e al divieto di circolazione fra regioni o comuni, ma non per confinare in casa le persone come accaduto in primavera.

Si va estendendo piano piano la chiusura totale di bar e ristoranti, fino a pochi giorni fa attivata solo in Catalogna. Ora anche la Castiglia e Leòn ha deciso di chiudere tutti i locali. Insieme a Navarra e Melilla è la quarta regione a farlo.

Nel resto delle regioni c’è ancora molta cautela su queste chiusure, e a Madrid i bar e ristoranti chiudono alle 24 in contemporanea con l’attivazione del coprifuoco.

Intanto è di queste ore la notizia dell’approvazione di un nuovo pacchetto di misure restrittive in Italia. L’Italia ha scavalcato la Spagna in quanto a rigidità delle misure, con un coprifuoco nazionale fra le 22 e le 5, e pesanti restrizioni nelle zone considerate ad elevato rischio (zone rosse), dove torna una situazione simile a quella della primavera. Anche nelle zone arancioni vengono chiusi del tutto bar e ristoranti. E da domenica 25 ottobre, oltre all’obbligo di chiusura alle 18 per bar e ristoranti, avevano già chiuso i battenti teatri, cinema, palestre e piscine.

The following two tabs change content below.
El Itagnol è un sito di notizie di attualità, cultura e tanto altro dalla Spagna e dall'Italia. Le ultime notizie da Madrid e Roma, notizie di cultura, ambiente, viaggi, turismo, montagna e tanto altro. Testata online bilingue in italiano e spagnolo. Autore: Lorenzo Pasqualini, giornalista.
loading...