Spagna, Pedro Sánchez potrebbe dimettersi. E cita la macchina del fango di Umberto Eco nella sua lettera agli spagnoli

sanchez spagna

MADRID. Lo scorso 24 aprile pomeriggio, un vero colpo di scena ha sorpreso tutti nella politica spagnola: il primo ministro socialista Pedro Sánchez ha annunciato infatti che prenderà fino a lunedì “un periodo di riflessione” e che potrebbe dimettersi, dopo gli ultimi attacchi alla famiglia arrivati da un’organizzazione di ultra-destra, che ha portato sua moglie ad essere indagata per presunti rapporti con alcune imprese private destinatarie di appalti e fondi pubblici.

La citazione di Umberto Eco nella lettera di Pedro Sánchez agli spagnoli

Per annunciare il suo periodo di riflessione, che scadrà lunedì, e la possibilità di dimissioni, Sanchez ha pubblicato una lettera aperta agli spagnoli, nella quale c’è anche una citazione dello scrittore italiano Umberto Eco. Nella lettera, Sánchez attacca i leader del PP e di Vox, che considera “responsabili” del linciaggio e dei continui attacchi alla famiglia. Per fare questo, il presidente ha utilizzato un’espressione del filosofo e scrittore italiano, autore di opere celebri come “Il nome della rosa”.

‘La macchina del fango’ di Umberto Eco

“Senza alcuna vergogna – ha scritto Sánchez – i signori Feijóo e Abascal, e gli interessi che li muovono, hanno lanciato quella che il grande scrittore italiano Umberto Eco chiamava ‘la macchina del fango'”, scrive il presidente del governo nella sua lettera.

Stai leggendo El Itagnol – giornale italo-spagnolo di cultura e attualità con sede in Spagna. Non perderti gli aggiornamenti su itagnol.com!   Seguici anche sui social, su TwitterInstagram e Facebook!

The following two tabs change content below.
El Itagnol è un sito di notizie di attualità, cultura e tanto altro dalla Spagna e dall'Italia. Le ultime notizie da Madrid e Roma, notizie di cultura, ambiente, viaggi, turismo, montagna e tanto altro. Testata online bilingue in italiano e spagnolo. Autore delle notizie: Lorenzo Pasqualini, giornalista.

Commenta per primo

Rispondi