Madrid, dopo la zona a traffico limitato eliminata un’area pedonale in Calle Galileo

Il sindaco Almeida assiste alla rimozione dei blocchi di cemento che rendevano pedonale la Calle Galileo, a Madrid. fonte: Ayuntamiento Madrid.

MADRID. La giunta comunale di Madrid, guidata dal neo sindaco Almeida ed appena insediatasi, continua con la sua guerra alle misure anti-inquinamento prese dalla giunta di Manuela Carmena. Dopo la sospensione delle sanzioni per chi entra nella zona a traffico limitato, l’area denominata Madrid Central, una decisione contro cui hanno manifestato migliaia di persone sabato scorso, il sindaco Almeida ha “inaugurato” oggi la cancellazione dell’area pedonale di Calle Galileo.

In questa strada del distretto Chamberì, dove la giunta Carmena aveva inserito uno spazio pedonale libero da auto, operai del comune hanno tolto oggi i blocchi di cemento e le fioriere con piante che chiudevano il transito alle vetture. Viene cancellata così la zona a traffico pedonale. L’area pedonale era osteggiata da una parte dei residenti, che da tre anni portavano avanti dure critiche alla misura. Gli stessi residenti hanno appoggiato oggi la riapertura al traffico della strada. Qui sotto il tweet del sindaco Almeida.

La manifestazione per difendere Madrid Central

Ieri intanto, nel primo giorno di sospensione di Madrid Central, si sono registrate code nella Gran Via, con un evidente aumento di vetture incolonnate. Da ieri, chi attraversa i varchi elettronici della ztl madrilena, inaugurata soltanto il 30 novembre del 2018, non viene sanzionato, come deciso dalla giunta Almeida. In piazza Cibeles una ventina di attivisti di Greenpeace hanno protestato contro la sospensione della Ztl, bloccando la calle de Alcalà fino a che gli agenti non li hanno trascinati via.

The following two tabs change content below.

Lorenzo Pasqualini

Madrid a El Itagnol
Giornalista, ho collaborato negli anni con giornali e periodici italiani e spagnoli. Sono caporedattore de ilmeteo.net, portale italiano del gruppo Meteored. Fondatore e caporedattore de El Itagnol. Vivo in Spagna da anni, sempre a cavallo fra Roma e Madrid. Laurea magistrale in Geologia Applicata all'Ingegneria.