Catalogna, ieri mezzo milione di indipendentisti in piazza. In serata, quinta notte di scontri: 182 i feriti

MADRID. La giornata del 18 ottobre è stata marcata da grandi mobilitazioni indipendentiste in Catalogna.

Dopo una settimana di mobilitazioni, che hanno fatto seguito alla sentenza del 14 ottobre che ha portato alla condanna dei leader indipendentisti a pene comprese fra 9 e 13 anni di carcere, la giornata di venerdì 18 ha visto una lunga serie di mobilitazioni. Le abbiamo raccontate nella nostra DIRETTA.

18 ottobre 2019, la diretta del Itagnol sullo sciopero in Catalogna

I blocchi stradali hanno interrotto alcune autostrade e strade, anche al confine con la Francia, ci sono state manifestazioni e lo sciopero ha avuto una adesione disuguale. Minoritario in certe aree, intorno al 50% in altre, con adesione molto alta nel settore dell’istruzione.

Mezzo milione di persone in corteo a Barcellona

In serata una manifestazione pacifica con mezzo milione di persone ha percorso le vie di Barcellona, in particolare il Passeig de Gracia. La manifestazione ha visto la partecipazione di centinaia di migliaia di persone, alle quali si sono unite le “marce per la libertà”, colonne di manifestanti che si sono mosse a piedi nei giorni scorsi da diversi punti della Catalogna.

Le ultime notizie dalla Catalogna

Gli scontri in serata:  quinta notte di violenze a Barcellona

Intorno alle 18 sono iniziati gli scontri nella zona di via Laietana. Gli scontri sono stati molto violenti, e sono andati avanti fino a notte. Da segnalare che le scene di guerriglia urbana sono avvenute a centinaia di metri di distanza dal corteo pacifico che ha visto in piazza 500.000 persone. Le due manifestazioni non sono entrate in contatto. Circa millecinquecento le persone che avrebbero partecipato ai disordini, la maggior parte con il volto coperto. Secondo i corpi di polizia spagnolo si sono uniti a queste dimostrazioni violente anche manifestanti provenienti da Grecia, Italia, Francia e Germania.

182 feriti nella notte

I dati parlano di 182 feriti, 152 solo a Barcellona. Fra questi anche alcuni agenti di polizia, uno dei quali ha perso conoscenza. I manifestanti avrebbero lanciato contro gli agenti oggetti metallici e bengala.

Le barricate in fiamme e i caroselli della polizia a bordo delle camionette hanno nuovamente conquistato l’attenzione dei mass media per la quinta notte di seguito a Barcellona. Ci sono stati disordini anche a Girona.

I disordini del 18 ottobre sera sono stati più generalizzati e violenti, e sono durati molte ore. Per diverse ore nel centro di Barcellona si è sentito con forza l’odore della plastica dei cassonetti bruciati.

In azione anche il cannone d’acqua della polizia

La polizia è intervenuta alla fine della serata con il cannone d’acqua, utilizzando un blindato in dotazione che non veniva usato da molti anni, secondo quanto informano i media spagnoli.

The following two tabs change content below.
El Itagnol è un sito di notizie di attualità, cultura e tanto altro dalla Spagna e dall'Italia. Le ultime notizie da Madrid e Roma, notizie di cultura, ambiente, viaggi, turismo, montagna e tanto altro. Testata online bilingue in italiano e spagnolo.
loading...