Madrid, la protesta dai balconi: cacerolada durante il discorso del re Felipe VI. VIDEO

cacerolada madrid

MADRID. Alle 21 di ieri, mercoledì 18 marzo, in un nuovo giorno di quarantena a Madrid ed in tutta la Spagna, ci sono state diffuse manifestazioni “alla finestra” nelle grandi città, proprio mentre andava in onda sulle TV il discorso del re Felipe VI. Le “caceroladas”, così viene chiamata la protesta a suon di pentole e oggetti rumorosi, è stata particolarmente rumorosa in certe zone di Madrid. Il motivo è che proprio quando stava esplodendo in Spagna l’emergenza coronavirus, è emerso uno scandalo che colpisce in pieno la famiglia reale dei Borboni.

ULTIME NOTIZIE sulla situazione coronavirus in Spagna e Italia – 18 marzo 2020

Il re emerito Juan Carlos, che abdicò in favore del figlio nel giugno del 2014, avrebbe infatti depositato eredità del valore di milioni di euro in un paradiso fiscale. Lo scandalo è stato tale da portare il figlio, l’attuale re Felipe VI, a rinunciare all’eredità del padre (è successo pochi giorni fa).

Lo scandalo ha avuto relativamente meno risalto per lo scoppio della crisi COVID-19, ma molti spagnoli hanno voluto esprimere la propria rabbia verso una monarchia che tollerano sempre meno. Da oltre 6 anni non ci sono sondaggi ufficiali sull’appoggio degli spagnoli alla monarchia, ma nel 2012, in seguito all’altro scandalo che colpì l’ex re Juan Carlos, la popolarità della Casa Reale era in forte decliuno. Oggi inoltre, i partiti della sinistra repubblicana, anti-monarchici, sono al governo. Sono Izquierda Unida e Podemos, che anche ieri sera hanno diffuso messaggi di appoggio alla cacerolada.

La notizia della cacerolada su eldiario.es

La notizia su El Paìs

Qui sotto riportiamo alcuni video, fra cui anche quello girato dalla redazione de El Itagnol.

La cacerolada contro il re di Spagna nei quartieri di Madrid

The following two tabs change content below.

Lorenzo Pasqualini

Madrid a El Itagnol
Giornalista italiano a Madrid, ho collaborato negli anni con giornali e periodici italiani e spagnoli. Sono caporedattore di Meteored Italia e l'autore del sito di informazione "El Itagnol - Notizie dalla Spagna e dall'Italia".