La Spagna si avvicina alla situazione dell’Italia con oltre 1000 morti per coronavirus e quasi 20.000 casi accertati

COVID-19 SPAGNA

MADRID. In questo venerdì 20 marzo il Ministerio de Sanidad spagnolo informa che sono 19.980 i casi di coronavirus in Spagna, 2.833 in più rispetto a ieri, un 16,5 % in più rispetto a 24 ore fa. Ci sono ormai 1.002 vittime, 235 in più rispetto a ieri. Il direttore del Centro de Alertas y Emergencias Sanitarias del Ministerio de Sanidad, Fernando Simón, ha informato che ci sono 1.141 pazienti ricoverati in terapia intensiva. 1585 persone sono state dimesse.

Le ULTIME NOTIZIE sull’epidemia coronavirus in Spagna e Italia

In Italia situazione drammatica in Lombardia, in particolare a Bergamo

La situazione che sta vivendo la Spagna si avvicina rapidamente a quella italiana, ormai primo paese al mondo per numero di morti da COVID-19 e con una situazione al limite nella regione Lombardia, dove a Bergamo si contano ogni giorno centinaia di vittime. Intanto la pandemia si allarga nel mondo, con un aumento di casi in Europa. Nel mondo il numero di vittime supera ormai le 10.000.

A Madrid un morto ogni 16 minuti

Ieri i giornali spagnoli hanno dato la notizia drammatica sulle vittime da coronavirus: a Madrid, una vittima ogni 16 minuti per il coronavirus.

La Spagna trema, a Madrid un morto ogni 16 minuti

Banca di Spagna: “perturbazioni senza precedenti dell’economia”

In un 20 marzo (equinozio di primavera) in cui una nuova perturbazione sta facendo abbassare le temperature nel paese e porterà maltempo nei prossimi giorni, la Banca di Spagna ha avvertito oggi che l’economia del paese vedrà una “perturbazione senza precedenti”.  Sono le parole del governatore del Banco de España Pablo Hernández de Cos. Secondo gli esperti le parole del governatore sarebbero da leggere come una richiesta all’Europa di emissione di eurobond.

Controlli, multe, arresti

La Policía Nacional e la Guardia Civil parlano di un aumento dei casi di disobbedienza alle norme restrittive che limitano fortemente gli spostamenti. Aumenta il numero di multe e arresti a persone che hanno violato le restrizioni dello stato di allerta nazionale. In particolare c’è un aumento nel numero di arresti. Nei giorni scorsi anche in Italia le forze dell’ordine hanno rilevato un aumento del numero di violazioni e in Lombardia, regione maggiormente colpita, si parla di una ulteriore restrizione della possibilità di spostamento.

Nelle ultime 24 ore in Spagna ci sono stati 75 arresti per disobbedienza o resistenza alle autorità.

La DGT e la Guardia Civil hanno annunciato 30.000 controlli di polizia sulle strade spagnole in questo fine settimana per controllare che non ci siano spostamenti verso le seconde residenze.

Continua ad aumentare il numero di morti in centri di riposo

Diventa sempre più drammatico in Spagna il bilancio delle vittime in case di riposo, dove decine e decine di ospiti stanno morendo per coronavirus. Nuovi casi sono stati rilevati a Santa Oliva de Olesa de Montserrat (Barcellona) ed a Madrid. A Madrid, 11 vittime in una residenza per anziani, e già nei giorni scorsi c’erano stati casi simili.

Alberghi chiusi entro il 26 marzo

Il governo spagnolo ha ordinato oggi la chiusura degli alberghi e dei campeggi in tutta la Spagna. Alberghi ed hotel dovranno chiudere da subito, se non hanno più clienti, o in ogni caso entro sette giorni dalla pubblicazione del provvedimento, entro cioè il 26 marzo.

(Ultimo aggiornamento: ore 13 del 20 marzo 2020)

The following two tabs change content below.

Lorenzo Pasqualini

Madrid a El Itagnol
Giornalista italiano in Spagna, ho collaborato negli anni con giornali e periodici italiani e spagnoli. Sono caporedattore de ilmeteo.net, portale italiano del gruppo Meteored. Fondatore, gestore e redattore della testata "El Itagnol - Ultime notizie dalla Spagna". Fra Roma e Madrid. Laurea magistrale in Geologia Applicata all'Ingegneria.