Coronavirus, in Spagna oltre 18.000 morti. In Italia superati ieri i 20.000

spagna europa mappa

MADRID. La Spagna ha raggiunto oggi i 18.056 decessi con coronavirus: nelle ultime ore sono 567 i nuovi decessi registrati dal Ministerio de Sanidad spagnolo. Un leggero aumento rispetto alla cifra giornaliera di Pasquetta, ieri, quando vennero registrati 517 nuovi casi. Continua comunque a registrarsi una riduzione nell’incremento di nuovi contagi: sono 3.045 in più nelle ultime 24 ore, e la cifra totale di positivi al covid-19 arriva a 172.541.

Spagna, la situazione coronavirus il 13 aprile 2020

In Italia invece, ieri è stata raggiunta la cifra dei 20.000 morti con coronavirus. Oggi è il giorno in cui riaprono alcuni negozi, come librerie e negozi di abbigliamento per bambini, ma con differenze a seconda delle regioni: ad esempio, in Lombardia e Piemonte no.

Terapia intensiva ancora sotto stress in Spagna

Fernando Simón, direttore del Centro de Coordinación de Emergencias Sanitarias, ha affermato in conferenza stampa che “le unità di terapia intensiva stanno meglio – in Spagna “ma continuano ad essere sotto stress”.

Tutte le ultime notizie sull’epidemia di coronavirus in Spagna e Italia

Ripresa lavorativa nelle Comunità Autonome dove ieri era festa

Oggi intanto sono riprese le attività economiche non essenziali nelle Comunità Autonome spagnole dove ieri era festa. A Madrid ed altre regioni, la ripresa è già avvenuta ieri. Continua la distribuzione massiccia di centinaia di migliaia di mascherine sui mezzi pubblici nelle grandi città spagnole.

Le regioni più colpite

Dopo Madrid, con 48.048 contagi e 6.568 morti, le comunità autonome più colpite sono la Catalogna, con 35.197 casi e 3.666 decessi, e le due Castiglie: in Castiglia-La Mancia ci sono 14.329 casi e 1.714 morti, mentre in Castiglia e Leòn  sono 13.180 le persone risultate positive e 1.299 i morti.

La situazione coronavirus a Madrid il 13 aprile 2020

A Madrid il 36% delle vittime con coronavirus

A Madrid, la regione più colpita, i morti con coronavirus nelle ultime 24 ore sono stati 145. Nella comunità autonoma di registra il 36,4 % delle morti per COVID-19 in Spagna.

Si inizia a pensare ad un’estate senza viaggi all’estero

Intanto, secondo un sondaggio, quasi il 70% degli spagnoli starebbe pensando a vacanze dentro il territorio nazionale nell’estate del 2020. Il governo sta studiando anche le misure da prendere sulle spiagge, quando arriveranno le giornate di caldo ed il confinamento verrà allentato: probabilmente ci saranno misure di distanziamento. Anche in Italia si sta pensando come affrontare la stagione estiva nelle località marittime, per evitare assembramenti.

 

The following two tabs change content below.

Lorenzo Pasqualini

Madrid a El Itagnol
Giornalista italiano a Madrid, ho collaborato negli anni con giornali e periodici italiani e spagnoli. Sono caporedattore di Meteored Italia e l'autore del sito di informazione "El Itagnol - Notizie dalla Spagna e dall'Italia".