Sciopero per il clima virtuale, 4 mesi fa il corteo a Madrid durante la COP25

clima 24 aprile

MADRID. Si svolge oggi in tutto il mondo il quinto sciopero globale “per il clima”, convocato dai movimenti ecologisti ed in particolare dal movimento Fridays for Future. Gli altri scioperi si erano tenuti nel 2019, con partecipazione di milioni di persone in tutto il mondo.

In Italia i cortei e le mobilitazioni sono state massicce. In Spagna quattro mesi e mezzo fa si era svolto un grande corteo per le vie di Madrid, proprio mentre si svolgeva il vertice dell’ONU COP25. La richiesta è sempre la stessa: lottare contro la grave crisi climatica in atto, una evidenza scientifica confermata da anni e su cui non ci sono più dubbi, tagliando in maniera coraggiosa le emissioni di CO2 e rivedendo per intero il nostro sistema economica.

La manifestazione per il clima del 6 dicembre 2019 a Madrid

“Non tornare al mondo di prima”

L’enorme stop mondiale a seguito della pandemia di coronavirus sta portando anche a una riduzione delle emissioni, ma – spiegano gli organizzatori delle mobilitazioni di oggi, 24 aprile – si tratta di uno stop temporaneo dovuto a un’emergenza sanitaria. Il problema è che se non si affronta il problema dell’emergenza climatica, fra qualche mese, quando il blocco dei trasporti e delle attività finirà, si potrebbe tornare ai livelli di emissioni di gas serra che c’erano prima del marzo 2020. La richiesta che viene fatta ai governi è quindi: “non torniamo al mondo di prima della pandemia”, con la messa in campo di un enorme piano di transizione ecologica.

Leggi anche

The following two tabs change content below.

Lorenzo Pasqualini

Madrid a El Itagnol
Giornalista italiano in Spagna, ho collaborato negli anni con giornali e periodici italiani e spagnoli. Sono caporedattore de ilmeteo.net, portale italiano del gruppo Meteored. Fondatore, gestore e redattore della testata "El Itagnol - Ultime notizie dalla Spagna". Fra Roma e Madrid. Laurea magistrale in Geologia Applicata all'Ingegneria.
loading...