Spagna, pressing di alcune regioni ancora in fase zero: “vogliamo passare alla fase 1 da lunedì 18 maggio”

desescalada fase 0 spagna

Diverse Comunità Autonome stanno facendo pressione sul governo spagnolo guidato da Pedro Sànchez per passare alla “fase 1” già da lunedì 18 maggio. Si tratta di un nuovo livello di allentamento delle restrizioni, al quale mezza Spagna ha potuto accedere già ieri, lunedì 11 maggio, perché il numero di nuovi positivi al coronavirus era molto basso.

Leggi anche. Tornano i tavolini dei bar in mezza Spagna, ecco com’è andata

Le regioni che stanno facendo pressing sul governo spagnolo sono la Comunità di Madrid, la Comunità Valenciana e l’Andalusia. Per una volta sono state queste tre Comunità Autonome le più critiche con il governo centrale; di solito sono Catalogna, Paesi Baschi e Galizia.

Madrid, Andalusia e Valencia vogliono la fase 1 il 18 maggio

Madrid e Andalusia sono governate dalla destra, mentre Valencia dai socialisti. Madrid aveva chiesto di poter passare alla fase 1 già lunedì scorso, scatenando peraltro una crisi interna nel governo regionale a guida PP-Cs, ma il governo Sànchez aveva detto di no. Del resto è la regione più colpita. Ora sta chiedendo di passare a questa nuova fase, che permette riunioni fino a 10 persone e tavolini dei bar all’aperto, dal 18 maggio. La presidente del PP, Isabel Ayuso, ha detto che “è inevitabile che ci siano nuovi picchi” aggiungendo “non possiamo restare per sempre in casa”.

Grande nervosismo anche nel governo valenzano, che già venerdì scorso aveva reagito male alla decisione del ministero della salute di non permettere un rilassamento delle misure in tutta la regione. Anche l’Andalusia vuole accelerare.

The following two tabs change content below.

Lorenzo Pasqualini

Madrid a El Itagnol
Giornalista italiano a Madrid, ho collaborato negli anni con giornali e periodici italiani e spagnoli. Sono caporedattore di Meteored Italia e l'autore del sito di informazione "El Itagnol - Notizie dalla Spagna e dall'Italia".